Skip to content

Premio Letterario Tropea

Increase font size Decrease font size Default font size    Default color brown color green color red color blue color

NEWS

Nuovo sito Scoprite tutte le novità dell'edizione 2015 nel nuovo sito: www.premiotropea.it 

REGOLAMENTO IX edizione - 2015 PREMIO TROPEA     REGOLAMENTO IX edizione - 2015     Bandito dall’Associazione culturale “Accademia degli Affaticati - Tropea”     Premiazione il 5-6 settembre 2015 a Tropea     1. L’Associazione culturale “Accademia degli Affaticati di Tropea” bandisce il “Premio Letterario Città di Tropea” IX edizione, da assegnare ad un’opera di narrativa in lingua italiana, pubblicata tra l’1 gennaio 2014 e il 31 marzo 2015 sia in versione cartacea sia digitale.   2. Possono concorrere al Premio, previa regolare iscrizione da parte dell’editore (non dell’autore), le opere di narrativa pubblicate in versione cartacea e digitale nel periodo compreso fra l’1 gennaio 2014 ed il 31 marzo 2015 e regolarmente in commercio, i cui autori risultino viventi alla data d’iscrizione. Possono essere iscritte al Premio anche opere che abbiano ricevuto altri premi o che siano di autori già premiati in altri premi. Non possono partecipare al Premio Tropea gli autori che sono risultati vincitori o finalisti nelle scorse edizioni dello stesso. Se l’opera è stata pubblicata con uno pseudonimo, è necessaria una dichiarazione scritta in cui sia indicato il nome ed i dati anagrafici dell’autore.   3. L’associazione, sentiti i membri, entro il 31 marzo 2015, nomina di sua scelta un Comitato tecnico-scientifico, formato da quindici (15) membri e presieduto da un esperto di editoria di fama nazionale. Il Comitato tecnico-scientifico ed il suo Presidente hanno un mandato annuale e rinnovabile.   Modalità di partecipazione 4. Ogni componente del Comitato tecnico-scientifico è tenuto a segnalare alla Segreteria del Premio, entro il 15 aprile 2015 un titolo con le caratteristiche di cui al punto 2 che ritenga meritevole di concorrere al Premio. Saranno ammesse alle selezione le sole opere segnalate dal Comitato tecnico-scientifico.   5. La Segreteria del Premio entro il 30 aprile 2015 comunicherà ai rispettivi editori le opere segnalate dal Comitato. Gli autori o gli editori che non volessero partecipare al Premio devono esplicitamente dichiararlo per iscritto alla Segreteria del Premio entro e non oltre il 30 aprile 2015.   6. L’editore interessato a partecipare entro e non oltre il 15 maggio 2015 dovrà inviare in digitale (documento in ms word compilato in ogni sua parte) e in allegato la scheda di partecipazione (scaricabile qui) al seguente indirizzo mail: info@meligranaeditore.com o in cartaceo (documento in ms word compilato in ogni parte) tramite raccomandata con ricevuta di ritorno all’indirizzo: Meligrana Editore, Via della Vittoria 14, 89861 TROPEA (VV). La compilazione e l’invio della scheda di partecipazione prevedono per l’editore l’accettazione del seguente Regolamento in ogni suo punto, in particolar modo, l’invio e le condizioni economiche d’acquisto delle copie esclusivamente in formato digitale (ebook) per la Giuria Popolare e la partecipazione obbligatoria dell’autore finalista alle serate di premiazione del Premio (5 e 6 settembre 2015).   7. La segreteria, vagliata la regolarità dell’iscrizione, chiederà all’editore di spedire entro e non oltre il 30 maggio 2015 sedici copie per ogni opera regolarmente iscritta al Premio, sia in formato cartaceo sia in formato digitale (formato pdf), direttamente ai singoli componenti del Comitato tecnico scientifico (una copia a componente più una copia all’associazione “Accademia degli Affaticati di Tropea”) agli indirizzi e con le modalità che verranno comunicate via mail insieme alla richiesta ufficiale. Le copie vanno dunque inviate a titolo gratuito e non verranno restituite in nessun caso. La Segreteria del Premio, una volta chiuse le iscrizioni, comunicherà agli editori interessati l'Elenco completo delle opere iscritte al Premio.   8. Il Comitato tecnico-scientifico, dopo aver letto i libri, si riunirà per procedere alla selezione di una terna di finalisti. Prima di procedere alla votazione, verifica l’ammissibilità delle stesse al Premio sulla base del presente Regolamento; tale giudizio è insindacabile. La seduta di selezione è pubblica, avrà luogo in Tropea entro il 30 giugno 2015 e si svolgerà secondo le modalità qui di seguito indicate:   a) Tutti i componenti del Comitato tecnico-scientifico, compreso il Presidente, presentano con singoli interventi una delle opere dell'Elenco. Quindi si passa all’individuazione, previa votazione palese, delle tre opere finaliste. Ciascuno dei membri del Comitato presenti alla riunione esprime pubblicamente due preferenze riguardanti altrettanti titoli presenti nell'Elenco. Vengono quindi prescelte le tre opere che ottengono il maggior numero di voti. Nel caso di un ex aequo, che porti più di tre opere a ottenere i voti necessari ad entrare nella terna dei finalisti, si pongono a ballottaggio le opere con il punteggio più basso. Ciascuno dei Giurati esprime allora una preferenza. Viene quindi prescelta l'opera che ottiene il maggior numero di voti. Nel caso in cui solo due opere riescano ad ottenere un numero sufficiente di suffragi, i componenti del Comitato tornano a votare gli altri libri presenti nell’Elenco, esprimendo un singolo voto a testa, anche per successive votazioni. Viene quindi prescelta l'opera che ottiene il maggior numero di voti. Il giudizio del Comitato è insindacabile.   9. L’associazione, sentiti i membri, entro il 30 giugno 2015, nomina inoltre una Giuria Popolare, composta dai 50 comuni della provincia di Vibo Valentia, dai 4 sindaci dei capoluoghi di provincia, da studenti tropeani, bibliotecari calabresi e da tutti i soci dell’Accademia degli Affaticati per un totale massimo di 100 componenti.   Invio 10. Entro sette (7) giorni dalla scelta della terna, la Segreteria del Premio comunicherà ufficialmente agli editori l’avvenuta selezione dei loro libri tra i finalisti. Ogni editore, dopo aver comunicato ufficialmente alla Segreteria la modalità scelta per l’invio tra quelle sotto riportate, entro sette (7) giorni dalla comunicazione ufficiale dovrà provvedere, da sé o tramite l’impiego di uno store a scelta, ad inviare centouno (101) ebook, uno per ciascun membro della Giuria Popolare + uno per la Segreteria del Premio, nelle seguenti modalità:   a)     Invio diretto del file (formato epub/pdf) privo di qualsiasi DRM ad ogni membro della Giuria Popolare. La segreteria in tal caso fornirà l’elenco completo delle mail e il nominativo del giurato. L’editore dovrà: 1) inserire nel colophon necessariamente un testo riguardante il Premio, indicato dalla Segreteria e specificato nella comunicazione ufficiale; 2) inviare la mail, contenente in allegato l’ebook, a ciascun giurato; 3) verificare la correttezza dell’operazione, quando possibile, con le opzioni di “conferma recapito” e “conferma lettura”; 4) inserire come testo e-mail solo ed esclusivamente il testo indicato dalla Segreteria e specificato nella comunicazione ufficiale. Nel caso in cui l’editore o la Segreteria verifichino un mancato recapito ad uno o più componenti della Giuria Popolare, per qualsivoglia motivo, l’editore, dopo aver ricevuto dalla Segreteria la conferma degli indirizzi mail, dovrà inviare le nuove e-mail contenenti l’ebook fintanto che il file non arrivi al destinatario entro comunque un limite massimo di quindici (15) giorni dalla prima spedizione. b)   Invio diretto del file (formato epub/pdf) con SOCIAL DRM ad ogni membro della Giuria Popolare. La segreteria in tal caso fornirà (anche affinché siano inseriti nel colophon dell’ebook, come da procedura SOCIAL DRM) l’elenco completo delle mail e il nominativo del giurato. L’editore dovrà: 1) inserire nel colophon necessariamente un testo riguardante il Premio, indicato dalla Segreteria e specificato nella comunicazione ufficiale; 2) inviare la mail, contenente in allegato l’ebook, a ciascun giurato; 3) verificare la correttezza dell’operazione, quando possibile, con le opzioni di “conferma recapito” e “conferma lettura”; 4) inserire come testo e-mail solo ed esclusivamente il testo indicato dalla Segreteria e specificato nella comunicazione ufficiale. Nel caso in cui l’editore o la Segreteria verifichino un mancato recapito ad uno o più componenti della Giuria Popolare, per qualsivoglia motivo, l’editore, dopo aver ricevuto dalla Segreteria la conferma degli indirizzi mail, dovrà inviare le nuove e-mail contenenti l’ebook fintanto che il file non arrivi al destinatario entro comunque un limite massimo di 15 (quindici) giorni dalla prima spedizione. d)  Invio diretto del file (formato epub/pdf) con ADOBE DRM ad ogni membro della Giuria Popolare. La segreteria in tal caso fornirà all’editore l’elenco completo delle mail e il nominativo del giurato. L’editore dovrà: 1) inserire nel colophon necessariamente un testo riguardante il Premio, indicato dalla Segreteria e specificato nella comunicazione ufficiale; 2) inviare la mail, contenente in allegato l’ebook, a ciascun giurato; 3) verificare la correttezza dell’operazione, quando possibile, con le opzioni di “conferma recapito” e “conferma lettura”; 4) inserire come testo e-mail solo ed esclusivamente il testo indicato dalla Segreteria e specificato nella comunicazione ufficiale. Nel caso in cui l’editore o la Segreteria verifichino un mancato recapito ad uno o più componenti della Giuria Popolare, per qualsivoglia motivo, l’editore, dopo aver ricevuto dalla Segreteria la conferma degli indirizzi mail, dovrà inviare le nuove e-mail contenenti l’ebook fintanto che il file non arrivi al destinatario entro comunque un limite massimo di quindici (15) giorni dalla prima spedizione.   Condizioni economiche d’acquisto 11. L’editore, che ha regolarmente iscritto l’opera, che ha così accettato il seguente Regolamento e il cui testo sia stato scelto tra i finalisti, concede di vendere (sia nel caso di vendita diretta sia nel caso venga utilizzata uno store) alla Segreteria del Premio ciascuno dei centouno (101) ebook ad un prezzo massimo di 2,99 € (due euro e novantanove centesimi) IVA inclusa. Tale cifra non può essere oggetto di trattativa. Nel caso in cui il prezzo dell’ebook sia inferiore, verrà preso come prezzo di riferimento il prezzo dell’ebook alla data riportata nella Scheda d’iscrizione. Gli ebook dovranno essere fatturati dall’editore a 120 giorni fine mese all’anagrafica fornita nella comunicazione ufficiale. Nel caso in cui l’editore abbia scelto uno store, la fattura dovrà essere emessa alla Segreteria dallo store stesso sempre al prezzo per copia di 2,99 € come da seguente Regolamento.   Votazione 12. Le tre opere prescelte vengono quindi sottoposte al giudizio della Giuria popolare. Ognuno dei cento (100) giudici, dopo aver letto i testi, esprime un’unica preferenza, con l’indicazione del titolo e dell’autore prescelto, su apposita scheda, in forma scritta, secondo le modalità indicate dalla Segreteria, facendo pervenire la preferenza alla Segreteria del Premio entro il 31 agosto 2015. Entro il 5 settembre 2015 la Segreteria si riserva di scrutinare i voti attribuiti ad ogni singolo titolo. Il voto rimarrà segreto sino alla proclamazione ufficiale del 6 luglio 2014.   Premi 13. La consegna dei premi avverrà a Tropea in una pubblica manifestazione che si terrà nei giorni 5 e 6 settembre 2015. I premi devono essere ritirati personalmente dai vincitori i quali sono tenuti a presenziare a tutt’e due le serate: in caso contrario non saranno assegnati. Se un autore prescelto nella seduta di selezione si ritira ufficialmente prima della manifestazione conclusiva o non parteciperà alla stessa non avrà diritto ad alcun premio né al denaro. La presenza nella terna dei finalisti del Premio Città di Tropea comporta la partecipazione agli eventi organizzati dal Premio in occasione delle celebrazioni conclusive, nonché la disponibilità ad intervenire ad altre iniziative collaterali organizzate dall’Associazione “Accademia degli Affaticati”. Agli autori di ciascuna delle tre opere prescelte, in base ai risultati dello scrutinio, verrà consegnato un premio in denaro del seguente valore: euro 5.000,00 (cinquemila) per il primo classificato, euro 3.000,00 (tremila) per il secondo classificato, euro 2.000,00 (duemila) per il terzo classificato. L’opera che ottiene il maggior numero di voti dalla Giuria popolare (100 giurati) viene proclamata vincitrice del “Premio Città di Tropea - Una regione per leggere 2015”, e la relativa dicitura deve essere riportata su un’apposita fascetta da realizzarsi, a cura dell’Editore, secondo le modalità indicate direttamente dalla Segreteria del Premio. In caso di parità fra due o più opere i premi sono suddivisi in parti uguali.   * I dati forniti, cioè quelli riguardanti i componenti della Giuria Popolare, devono essere trattati come da art. 13 della legge 196/2003, fatti salvi e impregiudicati i diritti riconosciuti nell’art. 7 della legge 196/2003, e, nello specifico, non potranno essere trattati liberamente né acquisiti per uso commerciale proprio in quanto non vi è stato alcun consenso specifico da parte dei Giurati.

LE IMMAGINI DELLA PREMIAZIONE 2014   

Partners - Sponsor

Guida Turistica on line
You are here: Home
Skip to content

Sponsor

 

Accademia degli Affaticati

Appunti sulla Accademia
Statuto

Sondaggi

La selezione della terna dei testi finalisti è stata di tuo gradimento?
 

Login Form






Password dimenticata?
Nessun account? Registrati

Syndication

header_image3.jpg

Una partenza entusiasmante...

Sarà una partenza entusiasmante quella del TropeaFestival Leggere&Scrivere. La scrittrice Lidia Ravera, una delle firme più rappresentative della nostra contemporaneità, aprirà ufficialmente la Prima Edizione del Festival, domani 11 dicembre, alle ore 21.00 presso il Museo Diocesano di Tropea. Intervistata dal giornalista Rai Pasqualino Pandullo, la Ravera parlerà della sua letteratura e del suo modo di intendere il processo creativo da un punto di osservazione privilegiato, quello della scrittura, e in particolare del suo libro, “La guerra dei figli”. Inoltre, per “battezzare” al meglio questo neonato festival letterario regalerà in anteprima alla platea tropeana, alcuni brani tratti dal suo romanzo in uscita per Bompiani la prossima primavera. Questa prima giornata riassumerà il senso del festival anche grazie al recital di una stupenda fiaba per i bambini delle scuole primarie, interpretata dall’attore Alberto Micelotta, concretizzando il primo di una serie di incontri dedicati ai “nativi digitali”. Appuntamenti pensati e realizzati per sensibilizzare i bambini alla musica e alla lettura anche attraverso il veicolo del digitale. Il TropeaFestival, nell’intento di integrare al meglio i programmi scolastici, propone per la sua prima giornata, alle ore 10:00 al Museo Diocesano, lo spettacolo teatrale “Amor sacro, amor profano” di e con Eugenio Masciari che dopo la sua tournée, ci onora della sua presenza scenica proprio a Tropea, presso il Museo Diocesano. Il suo spettacolo è una rilettura della Divina Commedia con un particolare focus sulle figure femminili e sul peso che esse hanno per lo svolgimento stesso della narrazione, rappresentando, più di ogni altro personaggio, l’amore incondizionato. Oltre che interessare gli studenti delle scuole superiori, l’interpretazione teatrale del più grande classico mai concepito, appassionerà anche i grandi. Sempre durante la prima densa giornata di appuntamenti, alle 17.00 vedremo confrontarsi i protagonisti della diffusione culturale come Antonella Agnoli, membro del Cda Istituzione Biblioteche Bologna, Michele Trimarchi, Docente di Economia della Cultura presso l’università di Bologna, Gianni Stefanini, Docente di “Organizzazione e gestione della Biblioteca” all’Università degli studi di Torino. Niente di meglio che parlare delle nuove tecnologie applicate ai beni culturali, della rivoluzione che stanno portando nel modo di rapportarsi con l’esterno, quindi anche nel patrimonio artistico della nostra regione. E ancora, si parlerà di scrittura meridionalista alle ore 18.30 all’incontro “Leggere&Scrivere la Calabria” con Gaetano Luciano, presidente dell’Associazione Italia Nostra di Vibo Valentia, Giulia Perri, presidente dell’associazione culturale “Francesco Perri” e lo scrittore Giuseppe Neri. Un racconto letterario che segue i percorsi di Francesco Perri, autore del romanzo “I conquistatori”, una saga storica dalla tormentata vicenda editoriale. A moderare gli incontri pomeridiani sarà Gilberto Floriani, direttore del Sistema Bibliotecario Vibonese, soggetto attuativo dell’intero festival.

 
Tutto pronto per il TropeaFestival Leggere&Scrivere

Vigilia laboriosa per la prima edizione del TropeaFestival Leggere&Scrivere, evento letterario, ma non solo, che dall’11 al 16 dicembre, coinvolgerà gran parte della provincia di Vibo Valentia, con un fitto calendario di appuntamenti coordinato dal Sistema Bibliotecario Vibonese, soggetto capofila dell’evento finanziato dalla Regione Calabria, Assessorato alla Cultura, nell'ambito del bando “Calabria Terra di Festival”. La manifestazione rappresenta, sin dal suo nucleo primario, una sfida ambiziosa e stimolante per il già notevole patrimonio culturale e librario calabrese. Da martedì 11 il programma prevede una settimana di incontri, dibattiti con giornalisti e scrittori, reading musicali, spettacoli teatrali con protagonisti della letteratura e del cinema, andando a culminare sabato 15 e domenica 16 nella Sesta Edizione del Premio Letterario Nazionale Tropea, organizzato dall’Accademia degli Affaticati e presieduto da Isabella Bossi Fedrigotti. Saranno due le novità che caratterizzeranno il neonato TropeaFestival: un percorso itinerante, insolito per un festival di letteratura, che guiderà gli ospiti in diversi luoghi della Calabria: Tropea, Vibo Valentia, ma anche Soriano Calabro e Serra San Bruno, alla scoperta delle straordinarie testimonianze storiche, artistiche, religiose della Regione, attraverso il viaggio multisensoriale degli Itinerari Culturali Vibonesi, tre fra gli appuntamenti più importanti dell’intera rassegna; non meno significativa, l’innovazione nel mondo della lettura. Quest’anno, infatti, per la prima volta, i sindaci e la giuria popolare del Premio Tropea hanno ricevuto i tre libri finalisti in formato ebook. Quello che il TropeaFestival Leggere&Scrivere vuole sperimentare è un laboratorio che evidenzi, stimolandole, le varie e possibili reazioni rispetto al mondo digitale, testando nuove tecniche di lettura dei libri, attraverso supporti più leggeri e meno tattili, che potrebbero fare inorridire i nostalgici, ma che rappresentano solo una possibile alternativa o forse l’inevitabile futuro. Proprio per questo, i protagonisti dello scenario tratteggiato saranno i cosiddetti “nativi digitali”, bambini e ragazzi, ai quali sono dedicati progetti di scrittura collettiva, letture interattive, fiabe, spettacoli teatrali e musicali. L’approccio multidisciplinare a grandi temi, grandi personalità e a una “versione 2.0” caratterizza questa prima edizione, che già dalla nascita si propone di camminare su quello stesso binario che unisce tradizione e futuro, che scavalca le generazioni e in cui ognuno ha qualcosa da raccontare. Incontri per tutti i gusti compongono il programma della settimana, con protagonisti della letteratura contemporanea del calibro di Lidia Ravera e Carmine Abate; del giornalismo nelle autorevoli firme di Ludina Barzini, Pino Scaccia, Giovanni Valentini e le sorelle Bice e Carla Biagi; Gian Arturo Ferrari, Presidente del Centro per il Libro e la Promozione della Lettura istituito dal Consiglio dei Ministri; del teatro e del cinema con Marco Falaguasta, Gianfranco Angelucci, Saverio La Ruina, Eugenio Masciari, passando per la brillante ricerca di Mario Tozzi e degli antropologi Vito Teti e Mauro Francesco Minervino; e nell’ultima giornata il magistrato-scrittore Nicola Gratteri. Infine i booktrailer prodotti dal festival e la lettura scenica di alcuni brani della terna finalista al premio Tropea 2012: “Lo Scurnuso” di Benedetta Cibrario, “Tetano” di Alessio Torino e “La signora di Ellis Island” di Mimmo Gangemi. Le location scelte per il TropeaFestival – di grande valore artistico e storico – saranno il complesso Santa Chiara a Vibo Valentia, il Museo Diocesano di Tropea, il Museo della Certosa e Palazzo Chimirri di Serra San Bruno, il Complesso San Domenico e il MuMar di Soriano Calabro. A ospitare le serate finali del Premio Letterario Tropea del 15 e 16 dicembre sarà, invece, l’Hotel Tropis a Tropea dove è previsto anche un reading letterario-musicale a cura di Franco Dionesalvi. Convinti che un paese che legge sia capace di rinnovarsi dal punto di vista morale, civile e intellettuale, in grado di valorizzare i luoghi della propria vita, il TropeaFestival Leggere&Scrivere si propone come stimolo per una cittadinanza attiva e appassionata. Nuovi modi di leggere e raccontare il progresso, il turismo, l’arte, la lettura e la scrittura. Le normalità di Calabria.

Ultimo aggiornamento ( lunedì 10 dicembre 2012 )
 
L’UNIVERSITA’ DI CATANZARO SI OCCUPERA’ DELLA VALUTAZIONE E MONITORAGGIO DEL FESTIVAL

Fervono i preparativi per la prima edizione del TropeaFestival Leggere&Scrivere, inedita proposta culturale che poggia su quello stesso entusiasmo e passione che hanno reso importante nel volgere di pochi anni il Premio Letterario Tropea. Le aspettative sono alte e per poterle meglio monitorare un’ istituzione importante come  l’Università Magna Graecia di Catanzaro, Dipartimento di Scienze giuridiche, Storiche, Economiche, e Sociali prenderà parte al TropeaFestival Leggere&Scrivere nella veste di partner scientifico. Un gruppo di ricerca guidato dal Professore Michele Trimarchi, esperto in economia della cultura, e composto dalle Dottoresse Emanuela Macrì e Cinzia Scicchitano si occuperà infatti della valutazione e del monitoraggio dell’impatto sociale, culturale ed economico generato dal festival sul territorio di riferimento. Lo studio si baserà sui feedback dei partecipanti e della comunità residente anche in modo da poter trarre indicazioni sul valore della cultura in Calabria. Un sistema di valutazione e monitoraggio permetterà di presidiare costantemente il processo stesso ed eventualmente correggere e reiterare, attraverso le informazioni rilevate, le azioni intraprese. Il TropeaFestival pertanto intende fare tesoro dei dati che il team del Prof. Trimarchi rileverà, in quanto uno degli obiettivi della manifestazione è quello di conoscere i risultati in termini di positivo impatto organizzativo e di costi/benefici. “Sembra un paradosso –afferma la project manager del Festival Maria Faragò- ma ovunque tranne che in Italia, che è il Paese che ne organizza di più, i festival sono considerati dei beni culturali. Con la prestigiosa collaborazione avviata quest’anno con l’Università Magna Graecia intendiamo dare il nostro contributo per porre l’attenzione su una questione di primaria importanza per le istituzioni che ci hanno supportato e finanziato. Coerentemente con la nostra natura “digitale” abbiamo implementato il nostro sito ufficiale che offrirà mediante un semplice form di registrazione, l’accesso gratuito al nostro archivio on line, che consentirà di scaricare e fruire, in formato audio e/o video, gli interventi dei relatori o le performance degli ospiti che saranno coinvolti durante la manifestazione. Questa dimensione di permanenza dovrebbe chiarire in maniera esaustiva che i festival non durano lo spazio di un mattino, ma alimentano piuttosto la creazione di archivi contenutistici di livello, che costituiscono delle testimonianze permanenti, cui un accorto legislatore dovrebbe prestare maggiore attenzione.

 
I PERCORSI CULTURALI RAGGIUNGERANNO ANCHE SERRA S. BRUNO E SORIANO

Il TropeaFestival Leggere&Scrivere ha tra i suoi obiettivi principali anche la valorizzazione del comprensorio territoriale. A pochi giorni dal battesimo della sua prima edizione (11-16 dicembre), ufficializzati altri dettagli del suo stimolante programma. A Soriano Calabro venerdì 14, presso il complesso conventuale di San Domenico, a supporto del reading che vedrà impegnati Carmine Abate e Cataldo Perri, la coordinatrice delle attività culturali previste a Soriano e direttrice del Museo dei Marmi, Merilia Ciconte, ha organizzato nei minimi dettagli una mostra mercato che diffonderà il meglio dell’artigianato locale, riannodando il filo della memoria di tradizioni secolari che riguardano le ceramiche come i tipici dolci sorianesi. Prevista anche una visita all’interno del prestigioso Museo dei Marmi (Mumar), che raccoglie alcune notevoli testimonianze barocche. I locali, ristrutturati di recente, rappresentavano in epoca passata l'ambiente del refettorio e della cucina del convento. La realizzazione della struttura museale ha posto l’intero complesso in una posizione ideale nell'ambito dei circuiti turistici religiosi. La visita si terrà prima dell’incontro con Abate, con il sindaco Francesco Paolo Bartone e con la stessa direttrice Ciconte, a fare gli onori di casa. Di pari livello quanto previsto presso il Museo della Certosa di Serra San Bruno, che si raccorda al tema portante del TropeaFestival circa l'evoluzione della lettura e della scrittura nella nuova dimensione dell’era digitale. “Dagli amanuensi ai digitanti” è difatti il titolo della mostra che vedrà l’esposizione a partire da giovedì 13, di una preziosa raccolta di esemplari della Bibbia conservati nella biblioteca della Certosa di Serra San Bruno. Il monastero calabrese, dove vige ancora oggi la regola della solitudine e del silenzio, è anche il luogo di conservazione e sviluppo di un’importante biblioteca specializzata nelle materie ecclesiastiche, ma che non manca di mostrare importanti filoni di ricerca anche nell'ambito delle materie storiche e scientifico-letterarie. La raccolta libraria, che inizia con un paio di incunaboli, percorre l'evoluzione della stampa e delle varie discipline fino ai giorni nostri e recentemente è entrato nella biblioteca anche il primo lettore di ebook. In occasione del “TropeaFestival Leggere&Scrivere”, il Museo della Certosa ha deciso di proporre una rassegna delle edizioni della Bibbia conservate all’interno della biblioteca del monastero, ripercorrendo caratteristiche e peculiarità di questa particolare tipologia editoriale a partire dal Cinquecento sino  ai nostri giorni, grazie a numerosi pezzi unici. Il percorso espositivo metterà anche in evidenza le caratteristiche bibliologiche dei volumi, non trascurando di evidenziare le coperte dei volumi particolarmente curate e significative nella storia della legatura, dando anche ragione della provenienza e della particolarità d'uso di alcuni esemplari. La mostra si snoda all'interno dell'esposizione permanente del Museo della Certosa tentando di ricostruire, ove possibile, anche l'uso monastico del testo sacro.

 

A Serra San Bruno mostra a cura di Fabio Tassone e Maria Grazia Franzé

In collaborazione con Antonio Zaffino, Massimo Dominelli e Pina Polito.

Orari: dal 13 dicembre 2012 al 6 gennaio 2013

Dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 01.00

 

A Soriano mostra mercato e attività di promozione e coordinamento a cura di Merilia Ciconte

Orari: 14 dicembre, ore 11.30

 
“FERITE”: IL RACCONTO DEGLI STUDENTI TROPEANI DURANTE IL LABOATORIO DI SCRITTURA 20LIN.ES EDUCATION

Si è concluso ieri il laboratorio di scrittura collettiva, organizzato dal TropeaFestival Leggere&Scrivere in collaborazione con 20lin.es , che ha visto coinvolti ottanta studenti dell’Istituto Comprensivo d’Istruzione Superiore di Tropea. La piattaforma digitale di scrittura collettiva e lettura interattiva 20lin.es (www.20lin.es) ha sperimentato, a Tropea, per la prima volta, il progetto 20lin.es Educational” dedicato alle scuole, che partirà prossimamente e che consiste nel proporre agli studenti l’incipit di una storia in poche righe, sulla quale costruire il resto del racconto. Gli studenti tropeani hanno accolto con grande entusiasmo e motivazione l’esperimento. Subito dopo aver letto l’incipit, scritto dalla Dirigente scolastica Bice Lento, che ha scelto di affrontare il tema  della violenza sulle donne, hanno dato vita a diverse evoluzioni del racconto dal titolo “Ferite”. Tramite i social network, tutti possono votare il racconto più interessante tra le quattro soluzioni proposte. Gli studenti dei quattro indirizzi dell’Istituto Comprensivo (Eno-gastronomico, Scientifico, Commerciale e Classico), hanno partecipato al laboratorio di scrittura collettiva iscrivendosi al sito 20lin.es mediante uno pseudonimo, modalità che ha permesso di non influenzare le preferenze date a ciascuna storia. Alla fine di questa formativa esperienza, le storie verranno pubblicate in formato ebook, proprio a testimonianza della rivoluzione che i nuovi formati elettronici hanno portato nel mondo della scrittura e lettura. Il laboratorio di scrittura collettiva si è tenuto nei giorni 27 e 28 novembre grazie alla partecipazione di Pietro Pollichieni, uno dei co-fondatori della piattaforma 20li.nes e Dalila Nesci, responsabile del progetto del TropeaFestival “Leggere&Scrivere con i nativi digitali”, che comprende una serie di appuntamenti dedicati ai giovani in generale e in particolare agli studenti delle scuole superiori, all’interno della campagna di sensibilizzazione alla lettura. La realizzazione dell’esperimento di scrittura collettiva, con il suo conseguente esito positivo a giudicare dalle entusiaste reazioni degli studenti, è stata possibile grazie alla collaborazione delle professoresse Rina De Lorenzo, Lucia Romana Simonelli, Concetta Foti, Maria Domenica Ruffa, Alessandra Pici, Rita Marasco e alla Dirigente Bice Lento che ha accolto con vivo interesse il progetto.

 
LA SCRITTRICE LIDIA RAVERA HA SCELTO TROPEAFESTIVAL LEGGERE&SCRIVERE

Era già uno degli appuntamenti più attesi del cartellone del TropeaFestival Leggere&Scrivere ma da generosa intellettuale qual è, Lidia Ravera vuole battezzare questa prima edizione della rassegna parlando in assoluta anteprima di "E allora piangi pure", il suo nuovo romanzo in uscita per Bompiani nella prossima primavera, di cui la scrittrice ha anticipato un incipit come atto di grande cortesia proprio nei confronti del neonato festival. Di questo e altro la scrittrice torinese converserà nell'incontro di apertura (11 dicembre presso Museo Diocesano di Tropea, ore 21.00), sollecitata dalle domande che le saranno poste dal giornalista Pasqualino Pandullo nell'ambito della più comprensiva tematica "Leggere e scrivere la letteratura contemporanea". Scrittrice, sceneggiatrice, ma anche giornalista dalla penna abrasiva, Lidia Ravera è una delle menti più lucide del nostro tempo. Attenta alle trasformazioni della società e particolarmente sensibile alle problematiche dell'universo femminile, la Ravera ha raggiunto una grande notorietà con il romanzo Porci con le ali (1976), scritto a quattro mani con Marco Lombardo Radice; un affresco della generazione del sessantotto, dei suoi miti e dei suoi ideali, fotografati attraverso la storia d'amore tra i due protagonisti adolescenti. La carriera della scrittrice è proseguita con la pubblicazione di numerosi romanzi, racconti e saggi: Ammazzare il tempo (1978), Bambino mio (1979), Bagna i fiori e aspettami (1986), Per funghi (1987), Se lo dico perdo l'America (1988), Voi grandi (1990), Due volte vent'anni (1992), In quale nascondiglio del cuore (1993), Il paese di Eseap (1994), Sorelle (1994), Nessuno al suo posto (1996), I compiti delle vacanze (1997),Maledetta gioventù (1999), Né giovani né vecchi (2000), Un inverno fiorito e altre storie (2001), La festa è finita(2002), mentre ultimamente il suo estro ha raggiunto nuovi picchi in Le seduzioni dell’inverno (Nottetempo 2008) e La guerra dei figli (Garzanti 2009). Ha collaborato inoltre alla stesura di moltissime sceneggiature. Le principali sono: “Porci con le ali”, per la regia di Paolo Pietrangeli, “Oggetti smarriti e Amori in corso” per la regia di Giuseppe Bertolucci; “Una vita in gioco”, serie televisiva prodotta da RaiDue e “Una vita in gioco 2”; “Dopo la tempesta”, regia di Antonio e Andrea Frazzi. Brillante giornalista, negli ultimi anni Lidia Ravera ha scritto per 'l’Unità' e per 'Il Fatto Quotidiano'. Una raccolta di suoi feroci (e divertentissimi) corsivi è stata pubblicata di recente da Il saggiatore (2011) in Piccoli uomini.

 
Premio Tropea 2012, a che punto stiamo con gli ebook?

La modalità scelta quest’anno per il formato dei libri, e dunque per la consegna, rappresenta un importante test nazionale per il gradimento del digitale: anche di questo aspetto conosceremo i risultati il prossimo 16 dicembre. Nei giorni successivi, si potranno fare le relative valutazioni.

Mancano oramai pochi giorni alla proclamazione del vincitore dell’edizione 2012 del Tropea e, mentre fervono i preparativi per il Festival Letterario dove da quest’anno - e per i prossimi due - il Premio è inserito come evento clou, è ufficialmente partito il “totolibro” anzi il “totoebook”, se ci permettete l’eufemismo. Sì perché da quest’anno, lo ricordiamo ancora una volta, il Premio Tropea ha offerto una novità assoluta, a livello mondiale: ai giurati incaricati (i 409 sindaci calabresi e una giuria selezionata di professionisti, operatori culturali e studenti di 41 componenti) non sono stati consegnati i libri “di carta” per la consueta lettura valutativa ma sono stati inviati, via mail, i relativi ebook. La distribuzione ai sindaci e ai membri della giuria popolare dei 3 ebook è quindi iniziata a fine giugno 2012. Gli ebook sono stati spediti, alle caselle mail indicate dalla Segreteria del Premio in collaborazione con il Consorzio Asmenet (partner storico del Premio che cura i rapporti con i sindaci calabresi) direttamente dagli editori per ciò che riguarda Minimum Fax (“Tetano” di Alessio Torino), Feltrinelli (“Lo scurnuso” di Benedetta Cibrario) tramite la piattaforma Edigita mentre per “La Signora di Ellis Island” di Mimmo Gangemi l’editore Einaudi ha delegato Simplicissimus Book Farm, azienda leader in Italia per la distribuzione e la vendita di ebook, da quest’anno partner del Premio Tropea. Diversa è stata la scelta della tipologia di formato e di protezione da parte dei tre editori: se infatti Feltrinelli ha optato per un file .pdf con social DRM, Minimum Fax ha scelto il formato .epub senza alcuna protezione. Einaudi invece ha seguito una classica linea: .epub con protezione Adobe DRM. Potrebbero, in qualche modo, ci chiediamo, la tipologia dei file, la modalità d’invio scelta dagli editori e quindi il grado di difficoltà di scaricare e leggere l’ebook cambiare qualcosa nella valutazione finale? Potrebbero, certamente, ma la risposta la si avrà solo il 16 dicembre al momento della proclamazione ufficiale, a conti fatti e dati alla mano. Di sicuro gli editori, ancora rivelatisi non del tutto pronti per la sfida digitale, dovranno nei prossimi anni regolare il loro comportamento nel mercato digitale poiché è in base alla tipologia di lettore che intendono “conquistare” (si legga bambini, adolescenti, adulti, anziani ma anche laureati, professori, lettori forti o lettori deboli) che dovranno regolare le loro scelte. Il Premio Tropea è per questo un grandissimo test a cielo aperto, a libro aperto, anzi a “schermo acceso” visto che parliamo di ereader, smart-phone, PC e tablet. Test per gli editori che per la prima volta si trovano di fronte ad una vendita estesa di ebook attraverso una modalità insolita, per gli autori stessi che vedono valutate le loro opere oltre che per il contenuto anche per la modalità di lettura, per il Premio in sé che sperimenta una modalità e una distribuzione insolita ma test soprattutto per i sindaci, o meglio le istituzioni comunali calabresi, alle prese con la novità tecnologica dell’ebook e del suo invio tramite mail per colmare un digital devide che si evince nettamente presso istituzioni pubbliche ma anche nella maggioranza delle famiglie calabresi. Sarà dunque il consorzio Asmenez, che ha dato e sta dando assistenza ai sindaci o ai loro delegati assieme alla Segreteria del Premio, a raccogliere i voti ma anche i feedback dell’operazione fino al 15 dicembre, data ultima per votare l’ebook vincente. Ad oggi, quando i voti raccolti sono circa il 25% tra sindaci e giuria popolare, l’operazione ebook sta mostrando da una parte l’entusiasmo da parte di numerosi sindaci o giurati in genere (specie da quelli tecnologicamente al passo); da un’altra una certa diffidenza da parte di molti primi cittadini e giurati nei confronti della lettura digitale in primis ma molto spesso anche diffidenza e non confidenza con mail e comunicazioni digitali. Spesso infatti molte amministrazioni non hanno una mail di riferimento per le comunicazioni ufficiali, non sanno neppure qual è o, pur conoscendola, non possiedono password o parole chiave, motivo per cui l’operazione di invio ebook via mail ha segnato numerose rettifiche e rinvii.

Ultimo aggiornamento ( martedì 27 novembre 2012 )
 
UN LABORATORIO DI SCRITTURA COLLETTIVA PER GLI STUDENTI TROPEANI

Gli studenti dell’Istituto Comprensivo d’Istruzione Superiore di Tropea martedì 27 e mercoledì 28 novembre saranno coinvolti in un laboratorio di scrittura collettiva proposta dal “TropeaFestival Leggere&Scrivere” in collaborazione con la piattaforma digitale 20lin.es, che nasce interamente in Italia dalle idee di quattro fondatori, tutti di età compresa tra il 24 e i 26 anni ed il cui debutto è avvenuto durante il Salone Internazionale del Libro di Torino. Il TropeaFestival Leggere&Scrivere, lo ricordiamo, è finanziato dalla Regione Calabria, Assessorato alla Cultura, nell'ambito del bando "Calabria Terra di Festival" e si candida ad essere l’evento culturale più importante del vibonese per contenuti ed aspettative. Tenendo conto delle esigenza di rendere un festival di letteratura appetibile ad un target giovane, ecco che il TropeaFestival prova a coinvolgere e sensibilizzare gli studenti con uno strumento digitale semplice e giocoso. La piattaforma di editoria sociale 20lin.es metterà a disposizione un format dedicato interamente ai cento studenti tropeani coinvolti in questo primo laboratorio sperimentale, al termine del quale avranno composto un racconto scritto insieme, paragrafo per paragrafo. L’ incipit del racconto, di massimo venti righe, sarà scritto da un gruppo di professori e fornito agli studenti che, divisi  in piccoli gruppi inizieranno a creare una storia composta da cinque paragrafi di massimo venti righe ciascuno. Adottando strumenti digitali all’avanguardia, accattivanti e di facile utilizzo i ragazzi, coadiuvati dai loro insegnanti, sperimenteranno modalità innovative in grado di accrescere le loro capacità creative e di apprendimento. Avranno inoltre la possibilità di entrare in relazione con i compagni in una visione condivisa dello studio e dell’approfondimento culturale. Anche questo è TropeaFestival!

 
BATTESIMO UFFICIALE PRESSO IL SISTEMA BIBLIOTECARIO VIBONESE PER IL TROPEAFESTIVAL LEGGERE&SCRIVERE

Presentata stamattina presso la splendida sede del Sistema Bibliotecario Vibonese la prima edizione del TropeaFestival Leggere&Scrivere, in programma a Tropea dall’11 al 16 dicembre in una ricca sequenza di eventi fra incontri, dibattiti, focus, approfondimenti, itinerari e molto altro, abbinate a scrittori di fama, intellettuali, performers ed artisti di ogni genere. Fra gli ospiti citati in conferenza spiccano i nomi di Lidia Ravera, Mario Tozzi, Bice e Carla Biagi, Carmine Abate, Gian Arturo Ferrari e altri ancora. Tutte intelligenze chiamate a un confronto fra lettura e scrittura nell’epoca dei nativi digitali, per un percorso che non è quello di un tradizionale festival di letteratura. Da Tropea, incontaminata meta del turismo nazionale e primatista assoluta in merito di presenze straniere, gli appuntamenti del suo fitto cartellone andranno a toccare anche alcuni siti fondamentali del suo circondario ricco di storia e consapevolezze con gli Itinerari Culturali Vibonesi che, partendo proprio dal suo capoluogo, attraverso un suggestivo audio-viaggio, riallacceranno i fili della memoria allargandone la prospettiva a Serra San Bruno e Soriano, tramite le pagine più pregiate della letteratura di reportage nel ricordo di grandi scrittori passati per la Calabria e inevitabilmente toccati dal suo fascino. Sabato 15 e domenica 16 il festival ospiterà le serate conclusive della sesta edizione del Premio Letterario Tropea, che è il primo riconoscimento nazionale ad aver adottato il formato e-book per veicolare presso la sua giuria tecnica (presieduta da Isabella Bossi Fedrigotti) e popolare, la terna dei finalisti dalla quale uscirà il vincitore assoluto. Particolarmente stimolante il programma della rassegna che prevede una full immersion di letteratura, riflessioni e spettacolo. Il TropeaFestival ha inoltre dedicato una qualificata sezione ai bambini e ragazzi, i quali saranno piacevolmente coinvolti in letture animate e matinée teatrali. Da segnalare inoltre un laboratorio di scrittura collettiva, con la collaborazione dell’innovativo sito www.20lin.es, che riguarderà i ragazzi dell’Istituto d'Istruzione superiore comprensivo di Tropea .Un progetto appassionante e aperto ad ogni stimolo creativo, che svela un’immagine quasi ideale della Calabria, con un team di esperienza integrato da giovani entusiasti e desiderosi di scambiarsi opinioni e condividere spazi, per stimolare le proprie conoscenze, accrescendo nel contempo la capacità di interpretare la realtà contemporanea attraverso le forme tradizionali della lettura e scrittura, quasi obbligatoriamente aggiornate alle necessità dei tempi moderni. Una proiezione ideale di quanto seminato nel suo giovane ma già significativo tempo dal Premio Letterario Tropea, che con umiltà ma altrettanta determinazione ha visto riconoscere gli scopi e le finalità ben oltre i suoi confini regionali, e che quest’anno allinea nella rosa dei finalisti le affilate penne di Benedetta Cibrario, Mimmo Gangemi e Alessio Torino.

Ultimo aggiornamento ( martedì 20 novembre 2012 )
 
Il Premio Tropea 2012 il 15 e 16 dicembre

L'Associazione culturale "Accademia degli Affaticati" comunica che la cerimonia conclusiva del "Premio Tropea Letterario Nazionale 2012", già fissata per il 29 e 30 settembre, si terrà il 15 e 16 dicembre. La stessa sarà inserita tra gli eventi del "Tropea Festival Leggere&Scrivere" in programma dall'11 al 16 dicembre.

Ultimo aggiornamento ( lunedì 15 ottobre 2012 )
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 Pross. > Fine >>

Risultati 41 - 60 di 144

Sponsor

Il portale dei Calabresi nel Mondo