Skip to content

Premio Letterario Tropea

Increase font size Decrease font size Default font size    Default color brown color green color red color blue color

NEWS

Nuovo sito Scoprite tutte le novità dell'edizione 2015 nel nuovo sito: www.premiotropea.it 

REGOLAMENTO IX edizione - 2015 PREMIO TROPEA     REGOLAMENTO IX edizione - 2015     Bandito dall’Associazione culturale “Accademia degli Affaticati - Tropea”     Premiazione il 5-6 settembre 2015 a Tropea     1. L’Associazione culturale “Accademia degli Affaticati di Tropea” bandisce il “Premio Letterario Città di Tropea” IX edizione, da assegnare ad un’opera di narrativa in lingua italiana, pubblicata tra l’1 gennaio 2014 e il 31 marzo 2015 sia in versione cartacea sia digitale.   2. Possono concorrere al Premio, previa regolare iscrizione da parte dell’editore (non dell’autore), le opere di narrativa pubblicate in versione cartacea e digitale nel periodo compreso fra l’1 gennaio 2014 ed il 31 marzo 2015 e regolarmente in commercio, i cui autori risultino viventi alla data d’iscrizione. Possono essere iscritte al Premio anche opere che abbiano ricevuto altri premi o che siano di autori già premiati in altri premi. Non possono partecipare al Premio Tropea gli autori che sono risultati vincitori o finalisti nelle scorse edizioni dello stesso. Se l’opera è stata pubblicata con uno pseudonimo, è necessaria una dichiarazione scritta in cui sia indicato il nome ed i dati anagrafici dell’autore.   3. L’associazione, sentiti i membri, entro il 31 marzo 2015, nomina di sua scelta un Comitato tecnico-scientifico, formato da quindici (15) membri e presieduto da un esperto di editoria di fama nazionale. Il Comitato tecnico-scientifico ed il suo Presidente hanno un mandato annuale e rinnovabile.   Modalità di partecipazione 4. Ogni componente del Comitato tecnico-scientifico è tenuto a segnalare alla Segreteria del Premio, entro il 15 aprile 2015 un titolo con le caratteristiche di cui al punto 2 che ritenga meritevole di concorrere al Premio. Saranno ammesse alle selezione le sole opere segnalate dal Comitato tecnico-scientifico.   5. La Segreteria del Premio entro il 30 aprile 2015 comunicherà ai rispettivi editori le opere segnalate dal Comitato. Gli autori o gli editori che non volessero partecipare al Premio devono esplicitamente dichiararlo per iscritto alla Segreteria del Premio entro e non oltre il 30 aprile 2015.   6. L’editore interessato a partecipare entro e non oltre il 15 maggio 2015 dovrà inviare in digitale (documento in ms word compilato in ogni sua parte) e in allegato la scheda di partecipazione (scaricabile qui) al seguente indirizzo mail: info@meligranaeditore.com o in cartaceo (documento in ms word compilato in ogni parte) tramite raccomandata con ricevuta di ritorno all’indirizzo: Meligrana Editore, Via della Vittoria 14, 89861 TROPEA (VV). La compilazione e l’invio della scheda di partecipazione prevedono per l’editore l’accettazione del seguente Regolamento in ogni suo punto, in particolar modo, l’invio e le condizioni economiche d’acquisto delle copie esclusivamente in formato digitale (ebook) per la Giuria Popolare e la partecipazione obbligatoria dell’autore finalista alle serate di premiazione del Premio (5 e 6 settembre 2015).   7. La segreteria, vagliata la regolarità dell’iscrizione, chiederà all’editore di spedire entro e non oltre il 30 maggio 2015 sedici copie per ogni opera regolarmente iscritta al Premio, sia in formato cartaceo sia in formato digitale (formato pdf), direttamente ai singoli componenti del Comitato tecnico scientifico (una copia a componente più una copia all’associazione “Accademia degli Affaticati di Tropea”) agli indirizzi e con le modalità che verranno comunicate via mail insieme alla richiesta ufficiale. Le copie vanno dunque inviate a titolo gratuito e non verranno restituite in nessun caso. La Segreteria del Premio, una volta chiuse le iscrizioni, comunicherà agli editori interessati l'Elenco completo delle opere iscritte al Premio.   8. Il Comitato tecnico-scientifico, dopo aver letto i libri, si riunirà per procedere alla selezione di una terna di finalisti. Prima di procedere alla votazione, verifica l’ammissibilità delle stesse al Premio sulla base del presente Regolamento; tale giudizio è insindacabile. La seduta di selezione è pubblica, avrà luogo in Tropea entro il 30 giugno 2015 e si svolgerà secondo le modalità qui di seguito indicate:   a) Tutti i componenti del Comitato tecnico-scientifico, compreso il Presidente, presentano con singoli interventi una delle opere dell'Elenco. Quindi si passa all’individuazione, previa votazione palese, delle tre opere finaliste. Ciascuno dei membri del Comitato presenti alla riunione esprime pubblicamente due preferenze riguardanti altrettanti titoli presenti nell'Elenco. Vengono quindi prescelte le tre opere che ottengono il maggior numero di voti. Nel caso di un ex aequo, che porti più di tre opere a ottenere i voti necessari ad entrare nella terna dei finalisti, si pongono a ballottaggio le opere con il punteggio più basso. Ciascuno dei Giurati esprime allora una preferenza. Viene quindi prescelta l'opera che ottiene il maggior numero di voti. Nel caso in cui solo due opere riescano ad ottenere un numero sufficiente di suffragi, i componenti del Comitato tornano a votare gli altri libri presenti nell’Elenco, esprimendo un singolo voto a testa, anche per successive votazioni. Viene quindi prescelta l'opera che ottiene il maggior numero di voti. Il giudizio del Comitato è insindacabile.   9. L’associazione, sentiti i membri, entro il 30 giugno 2015, nomina inoltre una Giuria Popolare, composta dai 50 comuni della provincia di Vibo Valentia, dai 4 sindaci dei capoluoghi di provincia, da studenti tropeani, bibliotecari calabresi e da tutti i soci dell’Accademia degli Affaticati per un totale massimo di 100 componenti.   Invio 10. Entro sette (7) giorni dalla scelta della terna, la Segreteria del Premio comunicherà ufficialmente agli editori l’avvenuta selezione dei loro libri tra i finalisti. Ogni editore, dopo aver comunicato ufficialmente alla Segreteria la modalità scelta per l’invio tra quelle sotto riportate, entro sette (7) giorni dalla comunicazione ufficiale dovrà provvedere, da sé o tramite l’impiego di uno store a scelta, ad inviare centouno (101) ebook, uno per ciascun membro della Giuria Popolare + uno per la Segreteria del Premio, nelle seguenti modalità:   a)     Invio diretto del file (formato epub/pdf) privo di qualsiasi DRM ad ogni membro della Giuria Popolare. La segreteria in tal caso fornirà l’elenco completo delle mail e il nominativo del giurato. L’editore dovrà: 1) inserire nel colophon necessariamente un testo riguardante il Premio, indicato dalla Segreteria e specificato nella comunicazione ufficiale; 2) inviare la mail, contenente in allegato l’ebook, a ciascun giurato; 3) verificare la correttezza dell’operazione, quando possibile, con le opzioni di “conferma recapito” e “conferma lettura”; 4) inserire come testo e-mail solo ed esclusivamente il testo indicato dalla Segreteria e specificato nella comunicazione ufficiale. Nel caso in cui l’editore o la Segreteria verifichino un mancato recapito ad uno o più componenti della Giuria Popolare, per qualsivoglia motivo, l’editore, dopo aver ricevuto dalla Segreteria la conferma degli indirizzi mail, dovrà inviare le nuove e-mail contenenti l’ebook fintanto che il file non arrivi al destinatario entro comunque un limite massimo di quindici (15) giorni dalla prima spedizione. b)   Invio diretto del file (formato epub/pdf) con SOCIAL DRM ad ogni membro della Giuria Popolare. La segreteria in tal caso fornirà (anche affinché siano inseriti nel colophon dell’ebook, come da procedura SOCIAL DRM) l’elenco completo delle mail e il nominativo del giurato. L’editore dovrà: 1) inserire nel colophon necessariamente un testo riguardante il Premio, indicato dalla Segreteria e specificato nella comunicazione ufficiale; 2) inviare la mail, contenente in allegato l’ebook, a ciascun giurato; 3) verificare la correttezza dell’operazione, quando possibile, con le opzioni di “conferma recapito” e “conferma lettura”; 4) inserire come testo e-mail solo ed esclusivamente il testo indicato dalla Segreteria e specificato nella comunicazione ufficiale. Nel caso in cui l’editore o la Segreteria verifichino un mancato recapito ad uno o più componenti della Giuria Popolare, per qualsivoglia motivo, l’editore, dopo aver ricevuto dalla Segreteria la conferma degli indirizzi mail, dovrà inviare le nuove e-mail contenenti l’ebook fintanto che il file non arrivi al destinatario entro comunque un limite massimo di 15 (quindici) giorni dalla prima spedizione. d)  Invio diretto del file (formato epub/pdf) con ADOBE DRM ad ogni membro della Giuria Popolare. La segreteria in tal caso fornirà all’editore l’elenco completo delle mail e il nominativo del giurato. L’editore dovrà: 1) inserire nel colophon necessariamente un testo riguardante il Premio, indicato dalla Segreteria e specificato nella comunicazione ufficiale; 2) inviare la mail, contenente in allegato l’ebook, a ciascun giurato; 3) verificare la correttezza dell’operazione, quando possibile, con le opzioni di “conferma recapito” e “conferma lettura”; 4) inserire come testo e-mail solo ed esclusivamente il testo indicato dalla Segreteria e specificato nella comunicazione ufficiale. Nel caso in cui l’editore o la Segreteria verifichino un mancato recapito ad uno o più componenti della Giuria Popolare, per qualsivoglia motivo, l’editore, dopo aver ricevuto dalla Segreteria la conferma degli indirizzi mail, dovrà inviare le nuove e-mail contenenti l’ebook fintanto che il file non arrivi al destinatario entro comunque un limite massimo di quindici (15) giorni dalla prima spedizione.   Condizioni economiche d’acquisto 11. L’editore, che ha regolarmente iscritto l’opera, che ha così accettato il seguente Regolamento e il cui testo sia stato scelto tra i finalisti, concede di vendere (sia nel caso di vendita diretta sia nel caso venga utilizzata uno store) alla Segreteria del Premio ciascuno dei centouno (101) ebook ad un prezzo massimo di 2,99 € (due euro e novantanove centesimi) IVA inclusa. Tale cifra non può essere oggetto di trattativa. Nel caso in cui il prezzo dell’ebook sia inferiore, verrà preso come prezzo di riferimento il prezzo dell’ebook alla data riportata nella Scheda d’iscrizione. Gli ebook dovranno essere fatturati dall’editore a 120 giorni fine mese all’anagrafica fornita nella comunicazione ufficiale. Nel caso in cui l’editore abbia scelto uno store, la fattura dovrà essere emessa alla Segreteria dallo store stesso sempre al prezzo per copia di 2,99 € come da seguente Regolamento.   Votazione 12. Le tre opere prescelte vengono quindi sottoposte al giudizio della Giuria popolare. Ognuno dei cento (100) giudici, dopo aver letto i testi, esprime un’unica preferenza, con l’indicazione del titolo e dell’autore prescelto, su apposita scheda, in forma scritta, secondo le modalità indicate dalla Segreteria, facendo pervenire la preferenza alla Segreteria del Premio entro il 31 agosto 2015. Entro il 5 settembre 2015 la Segreteria si riserva di scrutinare i voti attribuiti ad ogni singolo titolo. Il voto rimarrà segreto sino alla proclamazione ufficiale del 6 luglio 2014.   Premi 13. La consegna dei premi avverrà a Tropea in una pubblica manifestazione che si terrà nei giorni 5 e 6 settembre 2015. I premi devono essere ritirati personalmente dai vincitori i quali sono tenuti a presenziare a tutt’e due le serate: in caso contrario non saranno assegnati. Se un autore prescelto nella seduta di selezione si ritira ufficialmente prima della manifestazione conclusiva o non parteciperà alla stessa non avrà diritto ad alcun premio né al denaro. La presenza nella terna dei finalisti del Premio Città di Tropea comporta la partecipazione agli eventi organizzati dal Premio in occasione delle celebrazioni conclusive, nonché la disponibilità ad intervenire ad altre iniziative collaterali organizzate dall’Associazione “Accademia degli Affaticati”. Agli autori di ciascuna delle tre opere prescelte, in base ai risultati dello scrutinio, verrà consegnato un premio in denaro del seguente valore: euro 5.000,00 (cinquemila) per il primo classificato, euro 3.000,00 (tremila) per il secondo classificato, euro 2.000,00 (duemila) per il terzo classificato. L’opera che ottiene il maggior numero di voti dalla Giuria popolare (100 giurati) viene proclamata vincitrice del “Premio Città di Tropea - Una regione per leggere 2015”, e la relativa dicitura deve essere riportata su un’apposita fascetta da realizzarsi, a cura dell’Editore, secondo le modalità indicate direttamente dalla Segreteria del Premio. In caso di parità fra due o più opere i premi sono suddivisi in parti uguali.   * I dati forniti, cioè quelli riguardanti i componenti della Giuria Popolare, devono essere trattati come da art. 13 della legge 196/2003, fatti salvi e impregiudicati i diritti riconosciuti nell’art. 7 della legge 196/2003, e, nello specifico, non potranno essere trattati liberamente né acquisiti per uso commerciale proprio in quanto non vi è stato alcun consenso specifico da parte dei Giurati.

LE IMMAGINI DELLA PREMIAZIONE 2014   

Partners - Sponsor

Guida Turistica on line
You are here: Home
Skip to content

Sponsor

 

Accademia degli Affaticati

Appunti sulla Accademia
Statuto

Sondaggi

La selezione della terna dei testi finalisti è stata di tuo gradimento?
 

Login Form






Password dimenticata?
Nessun account? Registrati

Syndication

header_image3.jpg

Mario Desiati intervistato al “Balcone d’Argento” PDF Stampa E-mail

di Carmen Putruele

   

Al terzo posto del Premio Tropea 2009, “il cuore infelice” del romanzo obsession, Il paese delle spose infelici (ed. Mondadori, 2008) del giornalista, Mario Desiati, originario di Martina Franca (Taranto) classe 1977, il first mover nonché il più giovane finalista all’evento letterario. Desiati, che oggi vive a Roma, laureatosi in legge, entra nella scrittura e attualmente è direttore della casa editrice “Fandango libri” (Roma). Con il suo terzo successo letterario ha notato e romanzato forme e storture della vita provinciale, attese, delusioni e accettazioni del vivere quotidiano inquadrato nella cornice della sua Martina popolana, ma come ha detto l’autore, Il paese delle spose infelici, potrebbe essere il paese di qualunque provincia italiana. È bastato un breve colloquio con lo scrittore per scoprire, oltre all’ingegno poliedrico, un trentènne <>. La sicura percezione dei fatti quotidiani viene dal fatto che fin dall’infanzia si è sforzato di capire ciò che i migliori e i più saggi di ogni epoca hanno cercato di comunicarci con le loro opere. L’autore lascia intravedere nel tono della narrazione, in cui si alternano passaggi più o meno veloci ad espressioni in cui le parole si fanno più aggressive e osano di più, un certo disgusto verso le forme più basse del vivere, tale da incoraggiare nel lettore più avveduto, una catarsi. Nel romanzo ben confezionato ci sono pagine vibranti le storie, che si mischiano, di un gruppo di ragazzi dalla vita intessuta di particolari ossessioni, soprattutto dei tre protagonisti: Annalisa <<[…]sempre in mezzo ai maschi e agli ultimi, i pazzi e gli ammalati[…], dannata calamita di brutalità e sensi[…]la regina dei segreti…>>, Domenico alias Zazà, Francesco alias Veleno, ed il loro dar libero corso a tali ossessioni, che hanno contaminato i cuori leggeri e infelici. Nel paesaggio intimamente connesso alla vicenda di sofferenza e di inquietudine dei suoi personaggi, ci si rivolge a < tentativi di suicidio>> (la sposa infelice, Valvolina, che nel giorno delle sue nozze tenta di buttarsi dal tetto della sinagoga di Monte d’Oro), alla tragedia (la misteriosa morte di Annalisa D’Efebo che non ha mai rivelato ai “suoi amori”, il suo matrimonio con un uomo malato), per recuperare una dimensione vivibile da un’altra parte, scavata con le unghie all’interno di una realtà opprimente. <<[…]In certe zone qui si sposano tra parenti quando ci sono gravi malattie. Neanche un secolo fa i tisici, i lebbrosi, gli appestati prendevano in moglie una cugina, una zia vedova, una donna che potesse accudirli con il vincolo del sacramento… e del sangue[…]>>dove si giocava sull’ossimoro riguardante il clima della generazione dei trentenni, dei “tutti precari”. I due protagonisti cercano di salvarsi, appunto, dando pienezza, ai loro sentimenti. Quindi, l’eterno inteso come intensità di sentimento, sul momento, ok. Ad esempio, quando sei innamorato, pensi che quella, sia la persona per sempre…. Ma siamo trentenni… cinici!!! … e sappiamo …!>>.

Desiati, come ha scovato Il paese delle spose infelici? Quale aiuto ha ricevuto dall’amico, poeta e musicista, Vittorino Curci?

R. < posti fondamentali per lo snodo narrativo del libro: come il lebbrosario(la tomba) un luogo della Puglia, dove ancora oggi, presso il Centro degli Hanseniani (l’unico Centro di ricovero e trattamento esistente in Italia, per la malattia dovuta al bacillo di Hansen, la lebbra), sono ricoverate 70 persone malate. Un altro luogo, a Castellana Grotte, (Bari) dove si svolge l’omaggio, come sa chi ha letto, che fa Zazà ad Annalisa morta>>.

Lei, crede più nell’amore “eterno” o nell’amicizia “eterna” ?

R. <Vita precaria amore eterno,(esatto!)

Con il libro Vita precaria e amore eterno (ed. Mondadori, 2006) ,lei, ha vinto il premio per l’impegno civile “Paolo Volponi”, il narratore scomparso nel 1994 ,che, guarda caso anch’egli era laureato in Legge e negli anni ‘50 svolse delle inchieste che composero un romanzo. Cosa rappresenta per lei questo riconoscimento?

R.<< È un premio molto importante, per una letteratura impegnata, non semplicemente di denuncia, ma che cerca di raccontare i meccanismi della società italiana. Con il libro in questione mi sono occupato di precarietà. Io, sono uno scrittore, che parte sempre da un dato reale, però la maggior parte delle volte, mi indigna, e ciò nutre la mia scrittura. Mi piace molto una frase dello scrittore napoletano, Maurizio Braucci (uno degli sceneggiatori del film “Gomorra”): Gli scrittori del Sud molte volte scrivono con le nocche, non scrivono con le dita, tanto che hanno la rabbia nei pugni>>.

I prossimi obiettivi di Desiati?

R. <<È appena uscito il mio ultimo lavoro letterario, sull’emigrazione, dal titolo Foto di classe (ed. Laterza). Il libro racconta di giovani, di età compresa tra i 25 e i 40 anni, che, hanno deciso di lasciare il Sud per andare a lavorare al Nord e di quelli che invece sono rimasti. Tutto nasce da un‘inchiesta che ho compiuto l’anno scorso. Cinquanta interviste a persone contattate con un “passaparola”. Impresa riuscita con la collaborazione della rivista letteraria “ Nuovi Argomenti” che ha formulato, appositi questionari, dai quali sono nate storie un po’ romanzate. Nei programmi, attualmente c’è soltanto la direzione editoriale “Fandango Libri”>>.

Secondo lei, la lettura e la scrittura aiutano a superare certe difficoltà interiori, emozioni contrastanti, specie di quei giovani e meno giovani di oggi, che faticano ad emergere?

R. Assolutamente si. La letteratura salva la vita… o te la rovina! Dipende dalle scelte letterarie. Comunque ti dà le chiavi per aprire le porte di un enorme castello: la tua esistenza. Le persone che hanno letto più libri sono sempre persone migliori. Ai giovani, manca lo spirito d’iniziativa, il coraggio. I ventenni ed i trentenni di oggi si poggiano ancora troppo sulla propria famiglia. Penso sempre a quello che successe in Francia nel 2006, a seguito di alcune leggi sul precariato, che, penalizzavano tantissimo il mercato del lavoro francese. Bene, Parigi fu bloccata per due mesi. In Italia, invece, di fronte agli stessi problemi, ci si limita a qualche manifestazione, poi tutto tace e si continua… a non emergere>>.

Ultimo aggiornamento ( mercoledì 12 agosto 2009 )
 
< Prec.   Pros. >

Sponsor

Il portale dei Calabresi nel Mondo