Skip to content

Premio Letterario Tropea

Increase font size Decrease font size Default font size    Default color brown color green color red color blue color

NEWS

Nuovo sito Scoprite tutte le novità dell'edizione 2015 nel nuovo sito: www.premiotropea.it 

REGOLAMENTO IX edizione - 2015 PREMIO TROPEA     REGOLAMENTO IX edizione - 2015     Bandito dall’Associazione culturale “Accademia degli Affaticati - Tropea”     Premiazione il 5-6 settembre 2015 a Tropea     1. L’Associazione culturale “Accademia degli Affaticati di Tropea” bandisce il “Premio Letterario Città di Tropea” IX edizione, da assegnare ad un’opera di narrativa in lingua italiana, pubblicata tra l’1 gennaio 2014 e il 31 marzo 2015 sia in versione cartacea sia digitale.   2. Possono concorrere al Premio, previa regolare iscrizione da parte dell’editore (non dell’autore), le opere di narrativa pubblicate in versione cartacea e digitale nel periodo compreso fra l’1 gennaio 2014 ed il 31 marzo 2015 e regolarmente in commercio, i cui autori risultino viventi alla data d’iscrizione. Possono essere iscritte al Premio anche opere che abbiano ricevuto altri premi o che siano di autori già premiati in altri premi. Non possono partecipare al Premio Tropea gli autori che sono risultati vincitori o finalisti nelle scorse edizioni dello stesso. Se l’opera è stata pubblicata con uno pseudonimo, è necessaria una dichiarazione scritta in cui sia indicato il nome ed i dati anagrafici dell’autore.   3. L’associazione, sentiti i membri, entro il 31 marzo 2015, nomina di sua scelta un Comitato tecnico-scientifico, formato da quindici (15) membri e presieduto da un esperto di editoria di fama nazionale. Il Comitato tecnico-scientifico ed il suo Presidente hanno un mandato annuale e rinnovabile.   Modalità di partecipazione 4. Ogni componente del Comitato tecnico-scientifico è tenuto a segnalare alla Segreteria del Premio, entro il 15 aprile 2015 un titolo con le caratteristiche di cui al punto 2 che ritenga meritevole di concorrere al Premio. Saranno ammesse alle selezione le sole opere segnalate dal Comitato tecnico-scientifico.   5. La Segreteria del Premio entro il 30 aprile 2015 comunicherà ai rispettivi editori le opere segnalate dal Comitato. Gli autori o gli editori che non volessero partecipare al Premio devono esplicitamente dichiararlo per iscritto alla Segreteria del Premio entro e non oltre il 30 aprile 2015.   6. L’editore interessato a partecipare entro e non oltre il 15 maggio 2015 dovrà inviare in digitale (documento in ms word compilato in ogni sua parte) e in allegato la scheda di partecipazione (scaricabile qui) al seguente indirizzo mail: info@meligranaeditore.com o in cartaceo (documento in ms word compilato in ogni parte) tramite raccomandata con ricevuta di ritorno all’indirizzo: Meligrana Editore, Via della Vittoria 14, 89861 TROPEA (VV). La compilazione e l’invio della scheda di partecipazione prevedono per l’editore l’accettazione del seguente Regolamento in ogni suo punto, in particolar modo, l’invio e le condizioni economiche d’acquisto delle copie esclusivamente in formato digitale (ebook) per la Giuria Popolare e la partecipazione obbligatoria dell’autore finalista alle serate di premiazione del Premio (5 e 6 settembre 2015).   7. La segreteria, vagliata la regolarità dell’iscrizione, chiederà all’editore di spedire entro e non oltre il 30 maggio 2015 sedici copie per ogni opera regolarmente iscritta al Premio, sia in formato cartaceo sia in formato digitale (formato pdf), direttamente ai singoli componenti del Comitato tecnico scientifico (una copia a componente più una copia all’associazione “Accademia degli Affaticati di Tropea”) agli indirizzi e con le modalità che verranno comunicate via mail insieme alla richiesta ufficiale. Le copie vanno dunque inviate a titolo gratuito e non verranno restituite in nessun caso. La Segreteria del Premio, una volta chiuse le iscrizioni, comunicherà agli editori interessati l'Elenco completo delle opere iscritte al Premio.   8. Il Comitato tecnico-scientifico, dopo aver letto i libri, si riunirà per procedere alla selezione di una terna di finalisti. Prima di procedere alla votazione, verifica l’ammissibilità delle stesse al Premio sulla base del presente Regolamento; tale giudizio è insindacabile. La seduta di selezione è pubblica, avrà luogo in Tropea entro il 30 giugno 2015 e si svolgerà secondo le modalità qui di seguito indicate:   a) Tutti i componenti del Comitato tecnico-scientifico, compreso il Presidente, presentano con singoli interventi una delle opere dell'Elenco. Quindi si passa all’individuazione, previa votazione palese, delle tre opere finaliste. Ciascuno dei membri del Comitato presenti alla riunione esprime pubblicamente due preferenze riguardanti altrettanti titoli presenti nell'Elenco. Vengono quindi prescelte le tre opere che ottengono il maggior numero di voti. Nel caso di un ex aequo, che porti più di tre opere a ottenere i voti necessari ad entrare nella terna dei finalisti, si pongono a ballottaggio le opere con il punteggio più basso. Ciascuno dei Giurati esprime allora una preferenza. Viene quindi prescelta l'opera che ottiene il maggior numero di voti. Nel caso in cui solo due opere riescano ad ottenere un numero sufficiente di suffragi, i componenti del Comitato tornano a votare gli altri libri presenti nell’Elenco, esprimendo un singolo voto a testa, anche per successive votazioni. Viene quindi prescelta l'opera che ottiene il maggior numero di voti. Il giudizio del Comitato è insindacabile.   9. L’associazione, sentiti i membri, entro il 30 giugno 2015, nomina inoltre una Giuria Popolare, composta dai 50 comuni della provincia di Vibo Valentia, dai 4 sindaci dei capoluoghi di provincia, da studenti tropeani, bibliotecari calabresi e da tutti i soci dell’Accademia degli Affaticati per un totale massimo di 100 componenti.   Invio 10. Entro sette (7) giorni dalla scelta della terna, la Segreteria del Premio comunicherà ufficialmente agli editori l’avvenuta selezione dei loro libri tra i finalisti. Ogni editore, dopo aver comunicato ufficialmente alla Segreteria la modalità scelta per l’invio tra quelle sotto riportate, entro sette (7) giorni dalla comunicazione ufficiale dovrà provvedere, da sé o tramite l’impiego di uno store a scelta, ad inviare centouno (101) ebook, uno per ciascun membro della Giuria Popolare + uno per la Segreteria del Premio, nelle seguenti modalità:   a)     Invio diretto del file (formato epub/pdf) privo di qualsiasi DRM ad ogni membro della Giuria Popolare. La segreteria in tal caso fornirà l’elenco completo delle mail e il nominativo del giurato. L’editore dovrà: 1) inserire nel colophon necessariamente un testo riguardante il Premio, indicato dalla Segreteria e specificato nella comunicazione ufficiale; 2) inviare la mail, contenente in allegato l’ebook, a ciascun giurato; 3) verificare la correttezza dell’operazione, quando possibile, con le opzioni di “conferma recapito” e “conferma lettura”; 4) inserire come testo e-mail solo ed esclusivamente il testo indicato dalla Segreteria e specificato nella comunicazione ufficiale. Nel caso in cui l’editore o la Segreteria verifichino un mancato recapito ad uno o più componenti della Giuria Popolare, per qualsivoglia motivo, l’editore, dopo aver ricevuto dalla Segreteria la conferma degli indirizzi mail, dovrà inviare le nuove e-mail contenenti l’ebook fintanto che il file non arrivi al destinatario entro comunque un limite massimo di quindici (15) giorni dalla prima spedizione. b)   Invio diretto del file (formato epub/pdf) con SOCIAL DRM ad ogni membro della Giuria Popolare. La segreteria in tal caso fornirà (anche affinché siano inseriti nel colophon dell’ebook, come da procedura SOCIAL DRM) l’elenco completo delle mail e il nominativo del giurato. L’editore dovrà: 1) inserire nel colophon necessariamente un testo riguardante il Premio, indicato dalla Segreteria e specificato nella comunicazione ufficiale; 2) inviare la mail, contenente in allegato l’ebook, a ciascun giurato; 3) verificare la correttezza dell’operazione, quando possibile, con le opzioni di “conferma recapito” e “conferma lettura”; 4) inserire come testo e-mail solo ed esclusivamente il testo indicato dalla Segreteria e specificato nella comunicazione ufficiale. Nel caso in cui l’editore o la Segreteria verifichino un mancato recapito ad uno o più componenti della Giuria Popolare, per qualsivoglia motivo, l’editore, dopo aver ricevuto dalla Segreteria la conferma degli indirizzi mail, dovrà inviare le nuove e-mail contenenti l’ebook fintanto che il file non arrivi al destinatario entro comunque un limite massimo di 15 (quindici) giorni dalla prima spedizione. d)  Invio diretto del file (formato epub/pdf) con ADOBE DRM ad ogni membro della Giuria Popolare. La segreteria in tal caso fornirà all’editore l’elenco completo delle mail e il nominativo del giurato. L’editore dovrà: 1) inserire nel colophon necessariamente un testo riguardante il Premio, indicato dalla Segreteria e specificato nella comunicazione ufficiale; 2) inviare la mail, contenente in allegato l’ebook, a ciascun giurato; 3) verificare la correttezza dell’operazione, quando possibile, con le opzioni di “conferma recapito” e “conferma lettura”; 4) inserire come testo e-mail solo ed esclusivamente il testo indicato dalla Segreteria e specificato nella comunicazione ufficiale. Nel caso in cui l’editore o la Segreteria verifichino un mancato recapito ad uno o più componenti della Giuria Popolare, per qualsivoglia motivo, l’editore, dopo aver ricevuto dalla Segreteria la conferma degli indirizzi mail, dovrà inviare le nuove e-mail contenenti l’ebook fintanto che il file non arrivi al destinatario entro comunque un limite massimo di quindici (15) giorni dalla prima spedizione.   Condizioni economiche d’acquisto 11. L’editore, che ha regolarmente iscritto l’opera, che ha così accettato il seguente Regolamento e il cui testo sia stato scelto tra i finalisti, concede di vendere (sia nel caso di vendita diretta sia nel caso venga utilizzata uno store) alla Segreteria del Premio ciascuno dei centouno (101) ebook ad un prezzo massimo di 2,99 € (due euro e novantanove centesimi) IVA inclusa. Tale cifra non può essere oggetto di trattativa. Nel caso in cui il prezzo dell’ebook sia inferiore, verrà preso come prezzo di riferimento il prezzo dell’ebook alla data riportata nella Scheda d’iscrizione. Gli ebook dovranno essere fatturati dall’editore a 120 giorni fine mese all’anagrafica fornita nella comunicazione ufficiale. Nel caso in cui l’editore abbia scelto uno store, la fattura dovrà essere emessa alla Segreteria dallo store stesso sempre al prezzo per copia di 2,99 € come da seguente Regolamento.   Votazione 12. Le tre opere prescelte vengono quindi sottoposte al giudizio della Giuria popolare. Ognuno dei cento (100) giudici, dopo aver letto i testi, esprime un’unica preferenza, con l’indicazione del titolo e dell’autore prescelto, su apposita scheda, in forma scritta, secondo le modalità indicate dalla Segreteria, facendo pervenire la preferenza alla Segreteria del Premio entro il 31 agosto 2015. Entro il 5 settembre 2015 la Segreteria si riserva di scrutinare i voti attribuiti ad ogni singolo titolo. Il voto rimarrà segreto sino alla proclamazione ufficiale del 6 luglio 2014.   Premi 13. La consegna dei premi avverrà a Tropea in una pubblica manifestazione che si terrà nei giorni 5 e 6 settembre 2015. I premi devono essere ritirati personalmente dai vincitori i quali sono tenuti a presenziare a tutt’e due le serate: in caso contrario non saranno assegnati. Se un autore prescelto nella seduta di selezione si ritira ufficialmente prima della manifestazione conclusiva o non parteciperà alla stessa non avrà diritto ad alcun premio né al denaro. La presenza nella terna dei finalisti del Premio Città di Tropea comporta la partecipazione agli eventi organizzati dal Premio in occasione delle celebrazioni conclusive, nonché la disponibilità ad intervenire ad altre iniziative collaterali organizzate dall’Associazione “Accademia degli Affaticati”. Agli autori di ciascuna delle tre opere prescelte, in base ai risultati dello scrutinio, verrà consegnato un premio in denaro del seguente valore: euro 5.000,00 (cinquemila) per il primo classificato, euro 3.000,00 (tremila) per il secondo classificato, euro 2.000,00 (duemila) per il terzo classificato. L’opera che ottiene il maggior numero di voti dalla Giuria popolare (100 giurati) viene proclamata vincitrice del “Premio Città di Tropea - Una regione per leggere 2015”, e la relativa dicitura deve essere riportata su un’apposita fascetta da realizzarsi, a cura dell’Editore, secondo le modalità indicate direttamente dalla Segreteria del Premio. In caso di parità fra due o più opere i premi sono suddivisi in parti uguali.   * I dati forniti, cioè quelli riguardanti i componenti della Giuria Popolare, devono essere trattati come da art. 13 della legge 196/2003, fatti salvi e impregiudicati i diritti riconosciuti nell’art. 7 della legge 196/2003, e, nello specifico, non potranno essere trattati liberamente né acquisiti per uso commerciale proprio in quanto non vi è stato alcun consenso specifico da parte dei Giurati.

LE IMMAGINI DELLA PREMIAZIONE 2014   

Partners - Sponsor

Banca Popolare del Mezzogiorno
You are here: Home
Skip to content

Sponsor

 

Accademia degli Affaticati

Appunti sulla Accademia
Statuto

Sondaggi

La selezione della terna dei testi finalisti è stata di tuo gradimento?
 

Login Form






Password dimenticata?
Nessun account? Registrati

Syndication

header_image3.jpg

Scoprire “Gli anni veloci” PDF Stampa E-mail

Intervista al vincitore del Premio Tropea edizione 2009, Carmine Abate. Lo scrittore non dimentica il collega Saverio Strati cui va l’augurio di <<essere riscoperto e letto>>

   

Di Carmen Putruele

   

La caparbietà è carisma. Il segreto del successo risiede nelle voglia di fare sempre meglio: come dimostra Carmine Abate, classe 1954, che con il romanzo “gli anni veloci” (Mondadori, 2008), ha trionfato quest’anno nel salotto buono di Tropea, aggiudicandosi il primo Premio letterario nazionale- “Una ragione per leggere”, giunto alla terza edizione. Un libro, ambientato a Crotone, sul potere delle passioni, dei sentimenti, della musica, e sul messaggio vitale “Che la vita è comunque bella: ecco cosa non devi mai scordare….”, di cui è portatore (pagina 7 del libro citato). E la giuria e il grande pubblico se ne sono accorti di sicuro, visto il risultato finale. Abate, ha portato al primo posto, ancora una volta, la qualità letteraria, che gli ha permesso di aggiungere questo prestigioso Premio Tropea, del back office, associazione culturale “Accademia degli Affaticati”, ad una ventina di altri primi importanti Premi assegnati, negli anni veloci o passati, a opere dell’intelletto umano uscite in diverse lingue, di un autore profondo e ottimista, che abbiamo intervistato, poco prima della proclamazione.

Come sono stati “gli anni veloci” di Carmine Abate? E perché questo titolo al suo romanzo.

<<Prima degli anni veloci ci sono quelli dell’adolescenza in cui il tempo sembra che non passi mai. Tutti abbiamo ricordi della nostra infanzia, io ne ho molti specialmente del passaggio alla giovinezza che proprio perché è l’età più bella e speranzosa passa troppo velocemente. Nel romanzo “gli anni veloci”, ambientato a Crotone, ci sono due età: gli anni ’70 e ’90. Anni segnati dalla morte di Lucio Battisti(1998)e prima ancora di Rino Gaetano (1981). Uno dei due protagonista del libro, si chiama Nicola ed è un giovane atleta, con il mito di Pietro Mennèa,(primatista mondiale nei 200 m dal ‘79 al ’96), che, sospinto dalla musica dei cantautori scomparsi (in particolare dell’amico Rino, coma sa chi ha letto il libro o come scoprirà chi lo leggerà), ripensa ai suoi anni veloci, alla storia d’amore più importante, vissuta all’età di 14 anni con Anna, altra protagonista, fan accanita di Lucio Battisti, e dopo tanti anni dall’ultima volta che si sono visti, scopre che l’amore c’è ancora, e vuole rivederla per svelarle un segreto che “brucia dentro da tanto tempo”. Il titolo del libro è ispirato proprio dall’energia vitale, dalla velocità sportiva di Nicola.

Lucio Battisti, Rino Gaetano, Pietro Mennèa. Quanto c’è in sé di questi personaggi reali ai quali ha voluto rendere omaggio?

<<Rappresentano i tre personaggi fondamentali della mia giovinezza. Da studente “squattrinato” che per caso ha portato in testa una montagna di riccioli proprio alla Battisti, non mi sono mai perso un 45°giri del mio mito, Lucio Battisti. Una voce molto bella che ha saputo raccontare attraverso la musica davvero le “Emozioni” della vita, rivoluzionando, grazie a Mogol, la musica leggera italiana. Sento, più vicino, umanamente, Rino Gaetano che nella sua breve vita è riuscito a scrivere delle canzoni come “Gianna” ,“Il cielo è sempre più blu” che rimarranno per sempre tant’è che Rino, ai giovani di oggi, compresi i miei figli, piace molto. L’atleta Mennèa è il mito di Nicola, personaggio inventato, che, rappresenta però la parte più autobiografica del libro. Anch’io, dai 14 ai 18 anni ho abitato a Crotone e sono stato uno degli atleti più forti nei 100 m a livello regionale e medaglia d’oro a Catanzaro ai gioghi studenteschi nel ‘70. Mi allenavo tutte le mattine, per me la corsa era un modo anche per scaricare le tensioni familiari, personali, generazionali. La dote che ho sempre apprezzo in Mennèa, poco più grande di me, è la caparbietà. Ha sempre saputo che le cose si possono raggiungere solo con i sacrifici, con l’impegno quotidiano>>.

Così come ha fatto lei.                                      

<< Be’, si. Nel libro c’è un messaggio: se tu hai un talento da solo non serve a niente, devi coltivarlo, ci devi lavorare su, e soprattutto non devi arrenderti mai. L’obiettivo messo in testa deve essere raggiunto, naturalmente senza calpestare nessuno>>.                                         

Lei, che è anche un insegnante, come vede i giovani di oggi?

<<Ne parla nel libro il personaggio Anna perché questo è un problema eterno. Nicola e Anna e l’intera generazione degli anni ‘70 avevano il grande sogno di cambiare il mondo. Pochissimi giovani di oggi sognano di cambiare le cose o pensano sia possibile cambiarle. È come se la società di oggi compresi i genitori avessero tarpato le ali a questo sogno, che manca, occupando gli spazi dei giovani e creando in loro solo confusione>>.

 Abate, nella sua vita, i sentimenti, quale posto occupano?

<<I sentimenti, sono tutto, nella vita di ogni uomo. In un mio libro precedente ”Il mosaico del tempo grande” un’epigrafe dice: ”tutte le storie sono storie d’amore”. Io, amo scrivere, storie d’amore, alla mia maniera, che cercano i sentimenti , i problemi veri della vita, l’amore, il mistero, la morte, l’identità dell’uomo anche in “microcosmi” come può essere considerata, Crotone, rispetto all’Italia. E Prima ancora ho scritto, nella medesima direzione, anche sulla Calabria arbereshe- cioè italo-albanese passando da Carfizzi dove sono nato, quindi, sempre su piccoli paesi che in tutti i libri, ho chiamato “hora”>>.

Durante la prima serata del Premio, il pensiero è andato anche da parte dei suoi colleghi Di Stefano e Desiati, a Saverio Strati. Lei in particolare, ha detto che le letture stratiane hanno contribuito a farlo diventare oggi scrittore. Ci spieghi meglio.

<<Io figlio di emigranti, ho vissuto, dopo gli anni trascorsi a Crotone, anche in Germania ed ho visto come vivevano gli altri nella mia stessa condizione. Poi ho cercato dei libri che parlassero del mio mondo, dell’immigrazione della Calabria e con occhi molto arrabbiati mi sono accorto che nessuno, intendo a livello nazionale, ne parlava se non proprio Saverio Strati. Da quel momento in poi, si è alimentata una grande stima per lo scrittore che non ho mai conosciuto personalmente ma ci siamo scambiati bellissime lettere e libri. Oggi vivo in Trentino e da poco sono venuto a conoscenza della vicenda che ha colpito il grande intellettuale (che non ha né redditi né pensione) e dell’iniziativa promossa dal “Quotidiano” , dalla gente e dalla politica regionale, in favore di Strati che io appoggio in pieno. Sono sicuro però che lo scrittore, che sa di aver realizzato delle opere eccezionali e di una modernità incredibile, solo per citare un testo: “Il selvaggio di Santa Venere”, desideri più di ogni altra cosa essere riscoperto e letto soprattutto dai giovani, che, troveranno, veramente, le cose più autentiche della Calabria. Questo auguro a Saverio Strati con tutto il cuore>>.     

Che immagine ha di sé?

<<L’immagine di una persona seria, che lavora molto. Credo, un uomo modesto e che ha dignità. E che è molto grato alla cronista per questa intervista>>.

Ultimo aggiornamento ( mercoledì 12 agosto 2009 )
 
< Prec.   Pros. >

Sponsor

Il portale dei Calabresi nel Mondo