Skip to content

Premio Letterario Tropea

Increase font size Decrease font size Default font size    Default color brown color green color red color blue color

NEWS

Nuovo sito Scoprite tutte le novità dell'edizione 2015 nel nuovo sito: www.premiotropea.it 

REGOLAMENTO IX edizione - 2015 PREMIO TROPEA     REGOLAMENTO IX edizione - 2015     Bandito dall’Associazione culturale “Accademia degli Affaticati - Tropea”     Premiazione il 5-6 settembre 2015 a Tropea     1. L’Associazione culturale “Accademia degli Affaticati di Tropea” bandisce il “Premio Letterario Città di Tropea” IX edizione, da assegnare ad un’opera di narrativa in lingua italiana, pubblicata tra l’1 gennaio 2014 e il 31 marzo 2015 sia in versione cartacea sia digitale.   2. Possono concorrere al Premio, previa regolare iscrizione da parte dell’editore (non dell’autore), le opere di narrativa pubblicate in versione cartacea e digitale nel periodo compreso fra l’1 gennaio 2014 ed il 31 marzo 2015 e regolarmente in commercio, i cui autori risultino viventi alla data d’iscrizione. Possono essere iscritte al Premio anche opere che abbiano ricevuto altri premi o che siano di autori già premiati in altri premi. Non possono partecipare al Premio Tropea gli autori che sono risultati vincitori o finalisti nelle scorse edizioni dello stesso. Se l’opera è stata pubblicata con uno pseudonimo, è necessaria una dichiarazione scritta in cui sia indicato il nome ed i dati anagrafici dell’autore.   3. L’associazione, sentiti i membri, entro il 31 marzo 2015, nomina di sua scelta un Comitato tecnico-scientifico, formato da quindici (15) membri e presieduto da un esperto di editoria di fama nazionale. Il Comitato tecnico-scientifico ed il suo Presidente hanno un mandato annuale e rinnovabile.   Modalità di partecipazione 4. Ogni componente del Comitato tecnico-scientifico è tenuto a segnalare alla Segreteria del Premio, entro il 15 aprile 2015 un titolo con le caratteristiche di cui al punto 2 che ritenga meritevole di concorrere al Premio. Saranno ammesse alle selezione le sole opere segnalate dal Comitato tecnico-scientifico.   5. La Segreteria del Premio entro il 30 aprile 2015 comunicherà ai rispettivi editori le opere segnalate dal Comitato. Gli autori o gli editori che non volessero partecipare al Premio devono esplicitamente dichiararlo per iscritto alla Segreteria del Premio entro e non oltre il 30 aprile 2015.   6. L’editore interessato a partecipare entro e non oltre il 15 maggio 2015 dovrà inviare in digitale (documento in ms word compilato in ogni sua parte) e in allegato la scheda di partecipazione (scaricabile qui) al seguente indirizzo mail: info@meligranaeditore.com o in cartaceo (documento in ms word compilato in ogni parte) tramite raccomandata con ricevuta di ritorno all’indirizzo: Meligrana Editore, Via della Vittoria 14, 89861 TROPEA (VV). La compilazione e l’invio della scheda di partecipazione prevedono per l’editore l’accettazione del seguente Regolamento in ogni suo punto, in particolar modo, l’invio e le condizioni economiche d’acquisto delle copie esclusivamente in formato digitale (ebook) per la Giuria Popolare e la partecipazione obbligatoria dell’autore finalista alle serate di premiazione del Premio (5 e 6 settembre 2015).   7. La segreteria, vagliata la regolarità dell’iscrizione, chiederà all’editore di spedire entro e non oltre il 30 maggio 2015 sedici copie per ogni opera regolarmente iscritta al Premio, sia in formato cartaceo sia in formato digitale (formato pdf), direttamente ai singoli componenti del Comitato tecnico scientifico (una copia a componente più una copia all’associazione “Accademia degli Affaticati di Tropea”) agli indirizzi e con le modalità che verranno comunicate via mail insieme alla richiesta ufficiale. Le copie vanno dunque inviate a titolo gratuito e non verranno restituite in nessun caso. La Segreteria del Premio, una volta chiuse le iscrizioni, comunicherà agli editori interessati l'Elenco completo delle opere iscritte al Premio.   8. Il Comitato tecnico-scientifico, dopo aver letto i libri, si riunirà per procedere alla selezione di una terna di finalisti. Prima di procedere alla votazione, verifica l’ammissibilità delle stesse al Premio sulla base del presente Regolamento; tale giudizio è insindacabile. La seduta di selezione è pubblica, avrà luogo in Tropea entro il 30 giugno 2015 e si svolgerà secondo le modalità qui di seguito indicate:   a) Tutti i componenti del Comitato tecnico-scientifico, compreso il Presidente, presentano con singoli interventi una delle opere dell'Elenco. Quindi si passa all’individuazione, previa votazione palese, delle tre opere finaliste. Ciascuno dei membri del Comitato presenti alla riunione esprime pubblicamente due preferenze riguardanti altrettanti titoli presenti nell'Elenco. Vengono quindi prescelte le tre opere che ottengono il maggior numero di voti. Nel caso di un ex aequo, che porti più di tre opere a ottenere i voti necessari ad entrare nella terna dei finalisti, si pongono a ballottaggio le opere con il punteggio più basso. Ciascuno dei Giurati esprime allora una preferenza. Viene quindi prescelta l'opera che ottiene il maggior numero di voti. Nel caso in cui solo due opere riescano ad ottenere un numero sufficiente di suffragi, i componenti del Comitato tornano a votare gli altri libri presenti nell’Elenco, esprimendo un singolo voto a testa, anche per successive votazioni. Viene quindi prescelta l'opera che ottiene il maggior numero di voti. Il giudizio del Comitato è insindacabile.   9. L’associazione, sentiti i membri, entro il 30 giugno 2015, nomina inoltre una Giuria Popolare, composta dai 50 comuni della provincia di Vibo Valentia, dai 4 sindaci dei capoluoghi di provincia, da studenti tropeani, bibliotecari calabresi e da tutti i soci dell’Accademia degli Affaticati per un totale massimo di 100 componenti.   Invio 10. Entro sette (7) giorni dalla scelta della terna, la Segreteria del Premio comunicherà ufficialmente agli editori l’avvenuta selezione dei loro libri tra i finalisti. Ogni editore, dopo aver comunicato ufficialmente alla Segreteria la modalità scelta per l’invio tra quelle sotto riportate, entro sette (7) giorni dalla comunicazione ufficiale dovrà provvedere, da sé o tramite l’impiego di uno store a scelta, ad inviare centouno (101) ebook, uno per ciascun membro della Giuria Popolare + uno per la Segreteria del Premio, nelle seguenti modalità:   a)     Invio diretto del file (formato epub/pdf) privo di qualsiasi DRM ad ogni membro della Giuria Popolare. La segreteria in tal caso fornirà l’elenco completo delle mail e il nominativo del giurato. L’editore dovrà: 1) inserire nel colophon necessariamente un testo riguardante il Premio, indicato dalla Segreteria e specificato nella comunicazione ufficiale; 2) inviare la mail, contenente in allegato l’ebook, a ciascun giurato; 3) verificare la correttezza dell’operazione, quando possibile, con le opzioni di “conferma recapito” e “conferma lettura”; 4) inserire come testo e-mail solo ed esclusivamente il testo indicato dalla Segreteria e specificato nella comunicazione ufficiale. Nel caso in cui l’editore o la Segreteria verifichino un mancato recapito ad uno o più componenti della Giuria Popolare, per qualsivoglia motivo, l’editore, dopo aver ricevuto dalla Segreteria la conferma degli indirizzi mail, dovrà inviare le nuove e-mail contenenti l’ebook fintanto che il file non arrivi al destinatario entro comunque un limite massimo di quindici (15) giorni dalla prima spedizione. b)   Invio diretto del file (formato epub/pdf) con SOCIAL DRM ad ogni membro della Giuria Popolare. La segreteria in tal caso fornirà (anche affinché siano inseriti nel colophon dell’ebook, come da procedura SOCIAL DRM) l’elenco completo delle mail e il nominativo del giurato. L’editore dovrà: 1) inserire nel colophon necessariamente un testo riguardante il Premio, indicato dalla Segreteria e specificato nella comunicazione ufficiale; 2) inviare la mail, contenente in allegato l’ebook, a ciascun giurato; 3) verificare la correttezza dell’operazione, quando possibile, con le opzioni di “conferma recapito” e “conferma lettura”; 4) inserire come testo e-mail solo ed esclusivamente il testo indicato dalla Segreteria e specificato nella comunicazione ufficiale. Nel caso in cui l’editore o la Segreteria verifichino un mancato recapito ad uno o più componenti della Giuria Popolare, per qualsivoglia motivo, l’editore, dopo aver ricevuto dalla Segreteria la conferma degli indirizzi mail, dovrà inviare le nuove e-mail contenenti l’ebook fintanto che il file non arrivi al destinatario entro comunque un limite massimo di 15 (quindici) giorni dalla prima spedizione. d)  Invio diretto del file (formato epub/pdf) con ADOBE DRM ad ogni membro della Giuria Popolare. La segreteria in tal caso fornirà all’editore l’elenco completo delle mail e il nominativo del giurato. L’editore dovrà: 1) inserire nel colophon necessariamente un testo riguardante il Premio, indicato dalla Segreteria e specificato nella comunicazione ufficiale; 2) inviare la mail, contenente in allegato l’ebook, a ciascun giurato; 3) verificare la correttezza dell’operazione, quando possibile, con le opzioni di “conferma recapito” e “conferma lettura”; 4) inserire come testo e-mail solo ed esclusivamente il testo indicato dalla Segreteria e specificato nella comunicazione ufficiale. Nel caso in cui l’editore o la Segreteria verifichino un mancato recapito ad uno o più componenti della Giuria Popolare, per qualsivoglia motivo, l’editore, dopo aver ricevuto dalla Segreteria la conferma degli indirizzi mail, dovrà inviare le nuove e-mail contenenti l’ebook fintanto che il file non arrivi al destinatario entro comunque un limite massimo di quindici (15) giorni dalla prima spedizione.   Condizioni economiche d’acquisto 11. L’editore, che ha regolarmente iscritto l’opera, che ha così accettato il seguente Regolamento e il cui testo sia stato scelto tra i finalisti, concede di vendere (sia nel caso di vendita diretta sia nel caso venga utilizzata uno store) alla Segreteria del Premio ciascuno dei centouno (101) ebook ad un prezzo massimo di 2,99 € (due euro e novantanove centesimi) IVA inclusa. Tale cifra non può essere oggetto di trattativa. Nel caso in cui il prezzo dell’ebook sia inferiore, verrà preso come prezzo di riferimento il prezzo dell’ebook alla data riportata nella Scheda d’iscrizione. Gli ebook dovranno essere fatturati dall’editore a 120 giorni fine mese all’anagrafica fornita nella comunicazione ufficiale. Nel caso in cui l’editore abbia scelto uno store, la fattura dovrà essere emessa alla Segreteria dallo store stesso sempre al prezzo per copia di 2,99 € come da seguente Regolamento.   Votazione 12. Le tre opere prescelte vengono quindi sottoposte al giudizio della Giuria popolare. Ognuno dei cento (100) giudici, dopo aver letto i testi, esprime un’unica preferenza, con l’indicazione del titolo e dell’autore prescelto, su apposita scheda, in forma scritta, secondo le modalità indicate dalla Segreteria, facendo pervenire la preferenza alla Segreteria del Premio entro il 31 agosto 2015. Entro il 5 settembre 2015 la Segreteria si riserva di scrutinare i voti attribuiti ad ogni singolo titolo. Il voto rimarrà segreto sino alla proclamazione ufficiale del 6 luglio 2014.   Premi 13. La consegna dei premi avverrà a Tropea in una pubblica manifestazione che si terrà nei giorni 5 e 6 settembre 2015. I premi devono essere ritirati personalmente dai vincitori i quali sono tenuti a presenziare a tutt’e due le serate: in caso contrario non saranno assegnati. Se un autore prescelto nella seduta di selezione si ritira ufficialmente prima della manifestazione conclusiva o non parteciperà alla stessa non avrà diritto ad alcun premio né al denaro. La presenza nella terna dei finalisti del Premio Città di Tropea comporta la partecipazione agli eventi organizzati dal Premio in occasione delle celebrazioni conclusive, nonché la disponibilità ad intervenire ad altre iniziative collaterali organizzate dall’Associazione “Accademia degli Affaticati”. Agli autori di ciascuna delle tre opere prescelte, in base ai risultati dello scrutinio, verrà consegnato un premio in denaro del seguente valore: euro 5.000,00 (cinquemila) per il primo classificato, euro 3.000,00 (tremila) per il secondo classificato, euro 2.000,00 (duemila) per il terzo classificato. L’opera che ottiene il maggior numero di voti dalla Giuria popolare (100 giurati) viene proclamata vincitrice del “Premio Città di Tropea - Una regione per leggere 2015”, e la relativa dicitura deve essere riportata su un’apposita fascetta da realizzarsi, a cura dell’Editore, secondo le modalità indicate direttamente dalla Segreteria del Premio. In caso di parità fra due o più opere i premi sono suddivisi in parti uguali.   * I dati forniti, cioè quelli riguardanti i componenti della Giuria Popolare, devono essere trattati come da art. 13 della legge 196/2003, fatti salvi e impregiudicati i diritti riconosciuti nell’art. 7 della legge 196/2003, e, nello specifico, non potranno essere trattati liberamente né acquisiti per uso commerciale proprio in quanto non vi è stato alcun consenso specifico da parte dei Giurati.

LE IMMAGINI DELLA PREMIAZIONE 2014   

Partners - Sponsor

Banca Popolare del Mezzogiorno
You are here: Home arrow Notizie arrow Ultime arrow LIBRI, LIBRI, LIBRI…
Skip to content

header_image3.jpg

LIBRI, LIBRI, LIBRI… PDF Stampa E-mail
Partenza col botto per la seconda edizione del Premio. Protagonisti assoluti ancora i libri.

Tropea – Fa caldo in Largo Galluppi, storica e bellissima piazza del centro storico della “Perla del Tirreno”, per la prima serata dell’attesissimo Premio Tropea, ma ciò non ha impedito che il pubblico delle grandi occasioni si riversasse in massa all’evento. Un piccolo palco, arredato con gusto ed eleganza, trasforma - quasi per magia - la piazza che lo ospita, rendendola un luogo ideale per incontrarsi, scambiare idee e parlare di libri e di letteratura. Una piccola mostra di quadri a cura di affermarti artisti locali e una lunga bancarella di libri su Tropea e la Calabria, dal sapore antico, animano ancora di più il luogo. Sullo sfondo, luci soffuse illuminano lo storico Palazzo Giffoni, la cappella medievale di Santa Margherita e l’antichissima chiesa di San Demetrio, “una stanza senza pareti” si dirà più in avanti. È quasi buio quando Pasqualino Pandullo, presidente dell’Accademia degli Affaticati - che organizza l’evento - e Livia Blasi, giornalista del Tg Rai Calabria, danno il benvenuto e segnano l’inizio della kermesse culturale tropeana che durerà fino al 6 luglio. All’imbrunire viene chiamato sul palco il Sindaco di Tropea, Antonio Euticchio, fervente sostenitore del Premio, che porta i saluti di tutta l’amministrazione e di tutta la cittadinanza; “E’ una bella serata – dice il sindaco – come lo sono tutte quelle in cui la cultura viene portata in auge”. Tropea – secondo il primo cittadino – deve diventare non solo la capitale delle vacanze calabresi ma anche quella della cultura; è la cultura ciò che può ridare alla cittadina tirrenica un turismo di qualità, quello che c’era un tempo e che vedeva tra gli altri pittori, poeti e scrittori non solo italiani ma internazionali. “Tropea – continua Euticchio – può anche grazie al suo Premio tornare agli “splendori” di un tempo perché ha tutte le carte in regola” e la location della manifestazione lo dimostra. Il primo vero ospite è introdotto dalla suggestiva e passionale lettura di Pamela Muscia, attrice tropeana di fama nazionale. E poi, come per incanto, sale sul palco Ornela Vorpsi, autrice di uno dei tre libri finalisti “La mano che non mordi” (Einuaudi). Volto fiero e fisico scultoreo, la scrittrice che di certo uno non si immaginerebbe mai… La splendida quarantenne di origine albanese, che ama l’arte e la letteratura italiana, intelligente e modesta come tutti i grandi scrittori, dopo un lungo girovagare per l’Europa oggi vive a Parigi. Dice che ama scrivere in italiano perché in Italia è vissuta – splendidamente - 5 anni, perché italiano è suo marito e perché italo-albanese sarà il figlio che porta in grembo oggi. Adora viaggiare e non poteva essere altrimenti perché il libro che ha scritto è un’autentica dichiarazione d’amore per il viaggio in sè. Colpiscono la sua personalità e il suo atteggiamento, umile ma non per questo indeciso. “Prima volta in Calabria?” – domanda Pandullo - e lei risponde di sì ma sicuramente non sarà l’ultima perché – dice – è rimasta veramente stupita dalla gentilezza e generosità della gente del posto che la hanno accolta così calorosamente. Gentilezza che – ha continuato - a Parigi neanche si sognano. “Abbraccerei tutti i calabresi…” dice concludendo prima di scendere dal palco per il troppo calore delle luci. E subito dopo parte la seconda lettura accompagnata dal pianoforte di Sergio Coniglio; la Muscia è ancora più brava con la sua voce calda e espressiva. Ad un tratto, terminata la lettura di “Ragionevoli dubbi” (Sellerio editore), sul palco ecco Gianrico Carofiglio, anche lui alto, magro, bello ed elegante, come un attore di Hollywood, insomma un altro scrittore che non ci si immaginerebbe mai… Giudice, senatore da poco nelle file del PD e scrittore di successo da qualche anno. Ama la scrittura più di ogni altra cosa, più della magistratura - afferma - perché scrivere è stato il suo sogno sin da ragazzo. E c’è riuscito, il suo sogno si è realizzato visti i due milioni di libri venduti; non c’è alcun dubbio su di lui - nonostante il dubbio sia parola a lui cara sia come scrittore che come magistrato -:egli è uno scrittore maturo ed autoironico - come lui stesso afferma -, che può ancora in futuro regalare libri splendidi, ma è anche un magistrato che sa come usare la sua ragionevolezza. Conosce bene la Calabria e anche Tropea perché sua moglie è stata magistrato a Palmi (RC) per alcuni anni. Subito dopo l’incontro con lo scrittore pugliese, il Premio Tropea ricorda Enzo Siciliano, l’amico di Pasolini, di Moravia e della Morante, direttore di riviste prestigiose - su tutte “Nuovi Argomenti” - e direttore della Rai per alcuni anni. “Quel mare tanto amato” (Abramo editore) è il libro che ricorda il suo rapporto con la Calabria a cura di Mauro Minervino – direttore editoriale Abramo, antropologo, scrittore e professore - e Mario Desiati - capo redattore “Nuovi Argomenti”. Siciliano, grande scrittore e narratore, di origine calabrese, pur non vivendo in Calabria la visse moralmente – sostengono i due autori del libro – amando quel mare che sentiva anche suo. Si parla poi di automibili la sera a Tropea perché sul palco sale il direttore di “Quattroruote”, Mauro Tedeschini, che parla della mitica 500 FIAT nel suo libro “L’uomo che inventò la 500”. Anch’egli innamorato di Tropea, nel suo libro parla dell’ingegner Giocosa che progettò la 500 – ma anche la 127, la 128, la topolino e la 600; è lui – dice l’autore - che ha messo in “moto” l’Italia. La FIAT 500 è stata “la poesia” delle automobili in un’epoca dove le macchine non venivano fatte tutte uguali – come avviene oggi – da equipe quasi inumane. Sale poi il Vescovo della Diocesi di Tropea, Mons. Renzo, giornalista, scrittore e uomo di cultura. “Calabria di ieri e di oggi” (Ferrari editore) è il suo ultimo libro sulla Calabria storica ed archeologica. “La regione deve ripartire dalla cultura – afferma deciso il vescovo - o non c’è speranza di progresso. La Calabria deve essere salvata dai calabresi che non devono aspettare di essere salvati dagli altri… I calabresi devono essere più attivi verso se stessi e anche i tropeani”. In linea con le parole del Vescovo si parla poi di un libro sul fondatore dell’Opus Dei in “La Calabria di Escrivà” (Progetto editoriale 2000) di Assunta Scorpiniti. Il beato in un suo viaggio che fece nella nostra regione sparse - secondo l’autrice - il seme del suo messaggio che in seguito germoglierà anche in Calabria. Si parla poi di Federica Monteleone, la ragazza di Vibo Valentia tragicamente scomparsa all’Ospedale di Vibo Valentia per un assurdo errore. A lei la “Consulta delle associazioni di Tropea” ha dedicato un Premio di scrittura giovane rivolto ai ragazzi delle scuole superiori della Calabria. Sale sul palco Vittoria Saccà, giornalista e presidente della Consulta che ha fortemente voluto questo Premio e presenta la pubblicazione “Semplicemente Noi…” (Meligrana Editore) che racchiude tutte le opere scritte dai ragazzi nel concorso. Viene consegnato il Premio alla vincitrice della sezione narrativa, Ilaria Quaranta, e domani si replica con la premiazione della sezione giornalismo. Sul palco poi i genitori di Federica che annunciano una fondazione intitolata alla figlia che “lotterà per una sanità migliore nella nostra terra”. Mario Romano, poi, rappresentante di Confindustria Vibo Valentia, dice che scommettere sulla cultura è di sicuro la svolta per la provincia di Vibo Valentia. E poi libri, libri e ancora libri nella magica serata tropeana: Mario Caligiuri, esperto di comunicazione e professore universitario, parla delle classi dirigenti nostrane che sono in declino e che, secondo lui, vanno sostituite; l’ingegner Luigi Cotroneo illustra il suo libro di fotografie sul Poro e sulla Costa degli Dei; il professor Gallo parla della sua eccentrica “logofenica”; Giovanni De Giorgio nel suo “Curarsi e vivere omeopaticamente” parla di omeopatia e poi un libro sulla cucina calabrese ed uno di critica letteraria. Una bella serata insomma in cui il libro è stato il vero protagonista.

Ultimo aggiornamento ( domenica 13 luglio 2008 )
 
< Prec.   Pros. >

Sponsor

Il portale dei Calabresi nel Mondo