PREMIO TROPEA: un primo appuntamento ma non di certo al buio!

Nella splendida cornice di una città magica come Tropea, questa sera inizia il Premio “Tropea”, che quest’anno vede come tre finalisti Carmine Abate con Gli anni veloci (edito Mondadori), Mario Desiati con Il paese delle spose infelici (pubblicato sempre Mondadori), e Paolo Di Stefano con Nel cuore che ti cerca (edito Rizzoli). La prima serata che comincerà intorno alle 20:00 e che sarà condotta dai giornalisti Rai Livia Blasi e Pasqualino Pandullo, vedrà come protagonisti i tre autori e i loro romanzi, di cui verranno letti alcuni brani nel corso della manifestazione dagli attori Eugenio Masciari e Pamela Muscia. Non solo cultura, ma anche spettacolo, con la musica della Binghillo Blues Band, che aprirà la kermesse e farà divertire il pubblico nel corso dell’evento. Tanti i nomi legati al mondo della letteratura che interverranno: la giornalista Rai Annarosa Macrì, autrice del libro L’ultima lezione di Enzo Biagi (Rubbettino editore), Santo Gioffrè, assessore alla Cultura della Provincia di Reggio Calabria, ma anche autore di Artemisia Sanchez (edito Mondadori) e Leonzio Pilato (edito Rubbettino). Sarà poi la volta di Paola Bottero e del suo libro Ius sanguinis (Città del Sole edizioni) e alla fine di questa prima parte della serata saliranno sul palco Ornella Milella e Domenico Nunnari autori del libro Media arabi e cultura nel mediterraneo (edito Gangemi). Un momento importante sarà poi l’omaggio reso a Saverio Strati, scrittore assai conosciuto nel panorama culturale ed editoriale calabrese. Diversi gli ospiti che interverranno dal parterre: il Gruppo Oncologico, il Festival Blues Tropea, il Gruppo Seat Altea. La recente tragedia dell’Abruzzo sarà ricordata attraverso la testimonianza di una famiglia abruzzese ospite a Tropea. Ancora libri e letteratura con Stefano Vincenzi, autore di Verso Costantinopoli, (edito Romagraf), Nunzio Laquaniti, assessore alla Cultura della Città di Palmi, e Santino Salerno, autore insieme ad Antonio Panzarella di Vincenzo Talarico, un calabrese a Roma (edito Rubbettino). La parola passerà poi a Federico Guglielmo Lento autore di Onorevole... per caso (edito ilmiolibro.it), Nicola G. Grillo che ha scritto Perché fuggire dalla Calabria (pubblicato Geva) e Luigi Ambrosi autore di La rivolta di Reggio (edito Rubbettino). Atteso anche l’intervento di Luigia Barone, presidente dell’associazione “Attivamente coinvolte”, che presenterà il libro di Teresa Scotti Le ali spezzate. La tragica storia di Anna Morrone (targato Editoriale progetto 2000). Il sipario sulla prima serata calerà con il saluto di Rino Gattuso, presente all’evento in qualità di scrittore, con il libro Se uno nasce quadrato non muore tondo (edito Rizzoli). In attesa della proclamazione del vincitore, buon divertimento!