Aspettando il TropeaFestival

PRIME ANTICIPAZIONI SUL PROGRAMMA UFFICIALE DEL FESTIVAL, DOMENICA 28 (ORE 20) ANCHE VITTORIO SGARBI SARA’ PRESENTE ALLA VETRINA DI PRESENTAZIONE PRESSO L’ANTICO SEDILE INSIEME A CALIGIURI, VALLONE, GANGEMI, ABATE, FLORIANI, PANDULLO E FARAGO’.

Nell’attesa di Aspettando il TropeaFestival Leggere&Scrivere, Domenica 28 luglio dalle ore 20, presso l’Antico Sedile della cittadina tirrenica, situato nel suo suggestivo centro storico, ci sono delle anticipazioni di rilievo sul programma definitivo dell’evento, la cui seconda edizione è prevista dal 24 al 29 settembre prossimi. I primi ospiti confermati sono Marc Augè, Salvatore Settis, Giordano Bruno Guerri, Marcello Veneziani e Stefano D’Orazio. Faranno parte del ricco programma (circa 70 appuntamenti), che animerà in maniera trasversale le ricche giornate del festival fino al suo apice, ovvero la finalissima della Settima Edizione Premio Nazionale Letterario Tropea, i cui tre autori finalisti sono Edoardo Albinati , Benedetta Palmieri e Vito Teti. I nomi autorevoli di Augè e Settis compaiono nella sezione Parabolè_Narrazioni In Corso, (direttore artistico Maria Faragò), con tutto il loro prestigio: Augè (l'autore dei “non luoghi”), è uno dei più celebri antropologi del mondo, i cui metodi “illuministi” hanno sempre fatto categoria a sé, Settis, eminentissimo archeologo e storico dell’arte, fa parte di quella lunga lista di calabresi che si sono costruiti onore e rispettabilità inattaccabili, operando altrove ma restando sempre con il cuore in Calabria. Di pregio anche le referenze di Guerri e Veneziani, compresi nella sezione Una Regione Per Leggere (direttore artistico Gilberto Floriani). Il primo è uno scrittore e storico dall’approccio non ortodosso, il secondo invece è un giornalista dalla penna acuminata, attualmente editorialista de “Il Giornale”, dopo una brillante carriera svolta in diverse testate. D’Orazio invece è parte della sezione “Premio Tropea” (direttore artistico Pasqualino Pandullo), ed è un musicista che ha legato una parte fondamentale del suo percorso al nome storico dei Pooh, gruppo che può annoverare fans di ben tre generazioni. Tornando al prologo del 28 luglio, insieme alle presenze di Floriani (che è anche direttore del Sistema Bibliotecario Vibonese, soggetto capofila del progetto) e Faragò, previsti anche gli interventi degli scrittori Carmine Abate e Mimmo Gangemi, recenti vincitori del Premio Tropea. A fare gli onori di casa il Sindaco Gaetano Vallone e l’Assessore alla Cultura della Regione Calabria Mario Caligiuri, cui deve essere riconosciuta la paternità del cartellone unico Calabria, Terra di Festival di cui il TropeaFestival Leggere& Scrivere fa parte. A suggellare l’evento la presenza di Vittorio Sgarbi, che anticiperà la sua presenza a Tropea nel pomeriggio per inaugurare una mostra dedicata a Mattia Preti presso il il Museo Diocesano (ore 19), cui spetteranno i benauguranti auspici e conclusioni sull’incontro.